Le Regioni autonome a Berlusconi : rispetto per gli Statuti ‘costituzionalmente riconosciuti’

E' quanto hanno ribadito Presidenti delle Regioni e delle Province autonome al Presidente del Consiglio in occasione del confronto sulle problematiche relative al decreto legge di anticipazione della Finanziaria. Letta invita a tale rispetto.
Politica
"Un’occasione da parte dei Presidenti di ribadire la necessità di ristabilire con il Governo un confronto preventivo sui grandi temi istituzionali". Sembra essere questa l’unica nota positiva dell’incontro avvenuto quest’oggi, giovedì 31 luglio, tra i Presidenti delle Regioni e delle Province autonome e il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi per un confronto sulle problematiche relative al decreto legge di anticipazione della Finanziaria. Il Presidente della Regione, Augusto Rollandin, evidenzia, infatti, un mancato confronto sulla manovra del 2009 e rispetto alle recenti esternazioni di Ministro del Governo rispetto alle Regioni a Statuto speciale aggiunge: "Le Regioni a Statuto speciale hanno male accolto le dichiarazioni dei giorni scorsi di alcuni Ministri e hanno chiesto il rispetto degli Statuti “costituzionalmente riconosciuti“.

“Il sottosegretario Letta – sottolinea il Presidente della Regione in una nota – ha evidenziato come il primo atto del federalismo sia costituito dal rispetto per le Regioni, esprimendo al Presidente del Consiglio dei Ministri il desiderio che tale rispetto sia portato da tutti i rappresentanti del Governo. E – conclude Rollandin – Berlusconi si è personalmente impegnato ad esaminare tutte le problematiche rappresentate dalle Regioni e, nel concordare con il metodo del confronto preventivo, ha preannunciato che alla ripresa dei lavori, dopo la pausa estiva, si terrà un nuovo incontro con i Presidenti”.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte