Nasce Municipium, l’app di servizi e segnalazioni del Comune di Aosta

L'applicazione, scaricabile da oggi e in rete con altri mille Comuni in tutta Italia, permette di ricevere notifiche push per essere informati su eventuali urgenze e ha una parte interattiva per segnalare problemi all'Amministrazione.
Gianni Nuti e Roberto Gens
Politica

“L’amministrazione non potrà dare sempre risposte affermative, ma dovrà comunque darle in tempi brevi”. Sono questi i propositi del sindaco di Aosta Gianni Nuti, nel presentare la nuova applicazione Municipium, scaricabile da oggi da tutti gli store. Grazie a questo programma, sviluppato dal gruppo Maggioli di Rimini e concepito per funzionare su telefonini e tablet, i cittadini di Aosta potranno infatti ricevere notifiche push riguardo le principali informazioni dal Comune e anche inviare segnalazioni agli uffici del Municipio, sulle tante piccole grandi emergenze che possono verificarsi in città.

“L’applicazione comprende una parte informativa e una interattiva – ha spiegato Amedeo Garelli, responsabile di Inva per il progetto –. Nella prima si possono trovare notizie dal sito del Comune, con la possibilità di andare a guardare tutti gli articoli”. A fare la differenza, però, sarà la possibilità per i cittadini di ricevere le notifiche push dal Municipio, con le quali questo potrà avvisare tempestivamente in caso di emergenze: “Questo tipo di interazione porta benefici enormi – ha spiegato Stefano Ciceri, ingegnere del gruppo Maggioli –. Se io ora, con il normale sito, metto una notizia urgente di chiusura di una strada tra mezz’ora quanti cittadini conoscerebbero la notizia? Con l’app e le notifiche sarà invece un’altra cosa”.

Un servizio che riguarda sempre la parte informativa del programma è dedicato alla gestione dei rifiuti: “L’utente troverà un menù con la città suddivisa in zone – spiega Garelli –. Una volta che sa qual è la sua utenza avrà tutte le informazioni sulla raccolta. Inoltre, c’è la possibilità di impostare delle notifiche che avvisino per tempo quando è il giorno per esporre l’umido, il cartone, eccetera”.

La parte interattiva riguarda invece la gestione delle segnalazioni, divise per macrocategorie, ognuna delle quali avrà come terminale il suo ufficio di riferimento. “Tutte le segnalazioni – ha fatto sapere Nuti – arriveranno anche a me”. Dopo aver fornito le generalità, sarà possibile indicare con mappa o gps l’area in cui si è riscontrato il problema, allegando eventualmente delle immagini. “Le segnalazioni ancora aperte saranno evidenziate in rosso nel profilo individuale dell’utente e diventeranno in giallo quando sono prese in carico”, spiega Garelli. “ Un aspetto importante per l’Amministrazione – aggiunge Nuti – sarà quello di misurare quanto tempo passa tra segnalazione e intervento”.

Municipium prevede anche la possibilità di usufruire di elementi di democrazia diretta, ovvero “esiste – a detta di Garelli – la possibilità di organizzare sondaggi rivolti agli utenti”. “Si tratta di una opportunità importante – commenta Nuti – che sarà sfruttata a suo tempo per questioni circostanziate riguardo a temi specifici“. Un’altra parte, inoltre, sarà “relativa ai punti di interesse della città, elencati in ordine alfabetico. Premendo il tasto filtro – spiega Garelli – c’è la possibilità di filtrare per categorie, per vedere ad esempio punti di interesse turistico, oppure farmacie, magari con orari, telefono, foto, sito, altre piccole informazioni, oppure i punti di raccolta dei rifiuti”.

Per sviluppare Municipium, il Comune ha beneficiato di 8 mila euro del Fondo statale per l’innovazione. L’applicazione non è inoltre rivolta solo ad Aosta, ma a circa un migliaio di altri Comuni in tutta Italia, selezionabili in caso di necessità con un menù a tendina. La cosa permette così di usufruire, in caso di spostamento, di tutti i servizi e le informazioni che i vari municipi metteranno a disposizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Politica
Politica