Quirinale, per Forza Italia “Berlusconi sarebbe il capo dello Stato ideale”

A prendere posizione sono il responsabile Seniores, Renato Favre, e la coordinatrice regionale, Emily Rini. “Con il presidente Berlusconi al Colle e con Draghi a palazzo Chigi – si legge in una nota – il nostro Paese sarebbe più forte e competitivo”.
Silvio Berlusconi ad Aosta.
Politica

Quando mancano dieci giorni alla convocazione delle Camere riunite per l’elezione del Presidente della Repubblica, in Valle d’Aosta ad esprimersi sul futuro del Quirinale è oggi, venerdì 14 gennaio, Forza Italia. Lo fa per voce del responsabile Seniores del partito, Renato Favre, per il quale “l’Italia, ora più che mai, necessita di una guida forte e autorevole, che sappia da una parte godere di una considerazione internazionale, unanimemente riconosciuta, dall’altra interpretare lo sviluppo in ottica federalista del Paese, valorizzando l’ampliamento delle competenze legislative e amministrative delle autonomie territoriali”.

“In un simile contesto, dunque, – aggiunge Favre – nessuno meglio di Silvio Berlusconi può rappresentare tali istanze, essendo stato il padre del percorso di devolution nel nostro Paese. Per questo l’auspicio è che il presidente Berlusconi accetti la sfida della corsa al Quirinale”. Parole cui fanno eco quelle della coordinatrice regionale di Forza Italia Valle d’Aosta, Emily Rini, secondo cui “Silvio Berlusconi sarebbe il capo dello Stato ideale per un’Italia protagonista in Europa e nel mondo”.

“Partendo dai suoi innumerevoli successi come imprenditore e come leader nel mondo dello sport, – continua la coordinatrice degli ‘azzurri’ – ha saputo rivoluzionare i modelli tradizionali anche in politica, affermandosi come indiscusso uomo di Stato, protagonista di prim’ordine in politica estera, dimostrando a tal proposito eccezionali qualità di mediazione. Per questo, con il residente Berlusconi al Colle e con Mario Draghi a Palazzo Chigi, il nostro Paese sarebbe più forte e competitivo”.

3 risposte

  1. Berlusconi è un personaggio che ha sempre diviso l’opinione pubblica: o lo si ama o lo si odia. Quindi, a prescindere dal giudizio circa la sua carriera professionale, politica e le vicende giudiziarie, non credo sia la figura più indicata a ricoprire il ruolo di Presidente della Repubblica.

  2. Berlusconi al Quirinale: ‘una guida forte e autorevole, che sappia da una parte godere di una considerazione internazionale, unanimemente riconosciuta, ecc´
    È uno scherzo, vero??

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica