Recovery Fund, Tripodi: “Bisogna lavorare ad un’agenda digitale per la montagna”

“Occorre collegare in rete tra loro i Comuni, per la telemedicina, la teleassistenza, la teledidattica e il telelavoro. Servizi che, ad oggi, sono preclusi a queste aree per mancanza di connettività e adeguata velocità."
Elisa Tripodi
Politica

“Un’efficace Agenzia digitale per la montagna e le aree interne, per rispondere alle urgenze di questi territori”. A chiedere che i fondi del Recovery Fund vengano in parte destinati a questo obiettivo è la deputata valdostana Elisa Tripodi.
“Sono soddisfatta che i parlamentari di ogni schieramento politico abbiano votato a favore del rilievo che ho sottoposto alla loro attenzione in diverse commissioni permanenti della Camera dei deputati” scrive in una nota Tripodi.

“Occorre collegare in rete tra loro i Comuni, per la telemedicina, la teleassistenza, la teledidattica e il telelavoro. Servizi che, ad oggi, sono preclusi a queste aree per mancanza di connettività e adeguata velocità.
Inoltre – aggiunge Tripodi – anche i Livelli essenziali delle prestazioni sanitarie devono diventare una realtà funzionale, che dovrà tener conto della peculiarità montana. Deve essere garantito un nuovo welfare pubblico a partire dalla sanità territoriale, che colmi i divari strutturali storici causati dal fatto di abitare in montagna, agendo su scuola, sanità, trasporti e servizi socio assistenziali”.

Il Pnrr è “lo strumento più idoneo per programmare questo investimento, che porterà al completamento della rete nazionale di telecomunicazione in fibra ottica, alla digitalizzazione ed innovazione della Pubblica amministrazione, allo sviluppo delle infrastrutture e dei servizi digitali, oltre che a migliorare l’efficienza energetica e antisismica degli edifici pubblici e privati, e degli stabilimenti produttivi del Paese”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte