Riforma elettorale, la Lega: “Rete Civica ha fallito, si torni alle urne”

La Lega Vda invita Rete Civica e la maggioranza alle dimissioni per permettere "finalmente ai cittadini valdostani di scegliere da chi vogliono essere governati".
Lega Vda
Politica

“Rete Civica e la maggioranza tutta dovrebbero avere uno scatto di orgoglio e prendere atto con coraggio del fallimento del loro progetto rassegnando le dimissioni e permettendo finalmente ai cittadini valdostani di scegliere da chi vogliono essere governati”. A scriverlo in una nota è la Lega Vda commentando la mancata approvazione della riforma elettorale entro il 30 novembre. 

“Nonostante questo fallimento c’è però chi non si rassegna e, con l’invio di mail di una gravità inaudita, tenta sino alla fine di forzare i lavori della I Commissione.   – prosegue la nota del Carroccio, richiamando lo scambio di mail fra Elio Riccarand e la presidente della I Commissione, Patrizia Morelli – Tutto questo perché, non approvando la riforma di legge elettorale, Rete Civica sa perfettamente che non c’è più alcuna giustificazione al suo appoggio alla maggioranza”.

Per la Lega Vda questa maggioranza “nata sulla base di un vero e proprio ricatto, invece di ammettere la propria sconfitta, va avanti a “penultimatum” cercando di aggrapparsi al potere finché può”.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica
Politica

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte