Una sottocommissione per scrivere la riforma elettorale

Arriva una risoluzione a firma di tutta l'aula, tranne Pcp, che impegna la prima Commissione consiliare a elaborare - entro la pausa estiva - una proposta di legge regionale di riforma dell'attuale sistema elettorale e della forma di governo, da approvare entro e non oltre la fine del 2023.
Politica

Nella scorsa legislatura la fine anticipata della legislatura aveva bloccato la riforma, varata da una sottocommissione.
Dopo la bocciatura del Referendum consultivo, la maggioranza assieme a Lega, Forza Italia e Pour l’Autonomie ripropone il percorso.  E’ stata depositata ieri una risoluzione per l’istituzione di una sottocommissione per la riforma del sistema elettorale.

Il testo impegna la prima Commissione consiliare a elaborare – entro la pausa estiva – una proposta di legge regionale di riforma dell’attuale sistema elettorale e della forma di governo, da approvare entro e non oltre la fine del 2023.

“I programmi elettorali di molte forze politiche in occasione delle elezioni del 2020 – specificano i gruppi consiliari – prevedevano la necessità di una modifica della legge elettorale vigente al fine di favorire tra i vari obiettivi una maggiore stabilità dell’azione di governo. Vista la necessità di affrontare le modifiche delle leggi elettorali non a ridosso delle votazioni, si ritiene che lo strumento di una sottocommissione ad hoc sia il più idoneo per lavorare con serietà e in tempi rapidi.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte