Verde pubblico, Rinascimento all’attacco del Sindaco Nuti: “Zero iniziative e nessuna piantumazione”

A scriverlo in una nota il movimento guidato da Giovanni Girardini: "Ci viene da pensare che una Amministrazione che non allochi prioritariamente denaro del proprio Bilancio sul verde ma ‘vende’ slogan rimandando il verde pubblico alla ricerca di sponsor, non abbia certo a cuore questo tema”.
I consiglieri comunali di Rinascimento VdA Girardini, Baccini, Balbis e Dattola
Politica

“Non è credibile quando sbandierato in campagna elettorale dalla lista Nuti sul verde pubblico: 100 alberi piantati nei primi 100 giorni di Governo, piantumazione con il doppio delle piante divelte, con riferimento allo scempio di Via-Saint-Martin-de-Corléans, il verde pubblico come priorità politica”.

A scriverlo in una nota è Rinascimento Valle d’Aosta, che punta il dito contro il piano per il verde promesso dal Sindaco del Capoluogo Gianni Nuti: “Abbiamo voluto pazientare, abbiamo preso atto delle parole di Nuti in merito al fatto che in autunno non si poteva a suo dire piantumare e che rimandava alla primavera con il coinvolgimento anche di indefiniti sponsor – scrive il movimento –. Nel frattempo, abbiamo visto zero iniziative di arredo urbano per il verde pubblico così come chiaramente nessuna piantumazione”.

“Amministratori seri, nella nostra concezione della politica, avrebbero almeno informato sul percorso intrapreso con tempi e certezze da dare ai cittadini, invece pura demagogia” attacca ancora Rinascimento che “dice ‘no’ a maltrattare il verde pubblico con retorica e demagogia considerandolo la Cenerentola dei temi politici. Il verde pubblico è per noi una questione seria, prioritaria e centrale nella qualità di una città. E su questo non si accettano secondo noi scuse, né di carattere economico (il verde pubblico è uno degli investimenti meno onerosi di una città) e meno che meno di stagione (forse il Sindaco non sa che proprio l’autunno è in molti studi indicato come il periodo giusto per piantare alberi)”.

Non solo: “Inoltre – prosegue la nota –, ci viene da pensare che una Amministrazione che non allochi prioritariamente denaro del proprio Bilancio sul verde ma ‘vendeslogan rimandando il verde pubblico alla ricerca di sponsor, non abbia certo a cuore questo tema”.

“Pertanto – commenta in chiusa Giovanni Girardini, Presidente di Rinascimento VdA –, ribadiamo che rivendicheremo in ogni ambito dell’attività comunale il verde pubblico come bene di tutti e priorità di un Bilancio responsabile e sociale. Il verde pubblico è un tema sacro che certo non merita di essere trattato con promesse mancate e generici principi futuribili. Il verde pubblico è una cosa seria, per il bene di bambini, adulti e anziani, per gli animali e per l’attrattività della Città sia in ottica di vivibilità, sia di appeal turistico”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati