Politica di Silvia Savoye |

Ultima modifica: 3 Dicembre 2020 8:23

Zona rossa, da domani i negozi possono riaprire. VdA vara ordinanza

Aosta - Durante la conferenza stampa del Governo regionale, Lavevaz ha ricondotto il permanere della Valle d'Aosta in zona rossa ad una diversa interpretazione fra Aosta e Roma sull'ultimo Dpcm.

Tutta mia la cittàTutta mia la città - Foto di Massimiliano Riccio

“Rispetto la scienza e l’ambito sanitario, ma è necessario dare uniformità di trattamento ai cittadini e a chi lavora”. Così il Presidente della Regione Erik Lavevaz annunciando l’emanazione, già nel pomeriggio, di un’ordinanza che consente da domani la riapertura degli esercizi commerciali. 

Durante la conferenza stampa del Governo regionale, Lavevaz ha ricondotto il permanere della Valle d’Aosta in zona rossa ad una diversa interpretazione fra Aosta e Roma sull’ultimo Dpcm.

“Lo stupore viene dal fatto che abbiamo dei dati epidemiologici che sono in deciso miglioramento e lo sono da un tempo congruo, dal 9 al 15 novembre avevamo Rt di 1,14 e dal 16 a 22 novembre di 0,99”.

La classificazione delle regioni, come ricordato da Lavevaz, viene fatta con un combinato disposto di due aspetti: gli scenari di rischio dati dall’indice Rt e il livello di rischio legati ai 21 parametri.

La cabina di regia, come spiegato domenica sera a Lavevaz da Speranza, “nella seduta del 20 novembre, ha preso atto del fatto che la Valle d’Aosta si trovava in una situazione di miglioramento dei dati. Però lui dice che dal 20 novembre ad oggi non sono passati 14 giorni, necessari per la riclassificazione. Piemonte e Lombardia, secondo la loro interpretazione, hanno iniziato essere in zona arancione dal 2 a 9 novembre.”.

Il Presidente della Regione ha ribadito come questa interpretazione “non sia corretta. La Valle d’Aosta si trova sia per Rt che per scenario in una posizione migliore rispetto anche alle regioni gialle come il Veneto”.

La Valle d’Aosta ha informato il Ministero dell’emanazione dell’ordinanza, sulla quale è probabile arrivi l’impugnativa dello Stato. I tempi però sono stretti, considerato che l’ultimo Dpcm scade il prossimo 3 dicembre.

Cosa prevede l’ordinanza

L’ordinanza, firmata in serata, e valida da domani, martedì 1° e fino al 3 dicembre, consente lo svolgimento di tutte le attività commerciali al dettaglio presenti sul territorio regionale nel rispetto delle seguenti misure: la distanza interpersonale di almeno un metro, gli ingressi in modo dilazionato (una sola persona alla volta per i locali inferiori ai 40 metri quadrati, un solo componente per nucleo familiare), il divieto di sostare nei locali più del tempo necessario per l’acquisto dei beni, l’utilizzo di mascherine e gel per la disinfezione delle mani, l’esposizione di cartelli che indichino il numero massimo di persone cui è consentito l’accesso.
“In ragione della peculiarità del territorio è consentito lo spostamento fra comuni vicini”.

Nelle giornate festive e prefestive sono chiusi gli esercizi commerciali presenti all’interno dei centri commerciali. 

Restano al momento escluse dall’ordinanza i servizi alla persona, che saranno oggetto di uno specifico provvedimento.

Iscriviti alla nostra newsletter

* indicates required

Non daremo mai i tuoi dati a terzi e ti promettiamo che non ti disturberemo inutilmente e che non ti faremo mai perdere tempo.


Puoi cancellarti in ogni momento da questa lista, cliccando nel link che trovi al fondo di ogni mail che ti inviamo. Per avere tutte le informazioni a proposito della nostra "policy" in termini di privacy, puoi andare sul nostro sito www.aostasera.it

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing: significa che è lo strumento con cui ti mandiamo le mail. Cliccando qui sotto su "Mi iscrivo", confermi di essere al corrente del fatto che gestiremo le informazioni che ci hai lasciato qui attraverso Mailchimp. Se voi scoprire di più sulla Privacy Policy di Mailchimp, clicca qui

3 commenti su “Zona rossa, da domani i negozi possono riaprire. VdA vara ordinanza”

Commenta questo articolo