Giornata mondiale del rene, un nefrologo sarà a disposizione per informazioni e prevenzione

Il prossimo 10 marzo, la Struttura complessa di Nefrologia dell’Usl metterà a disposizione della cittadinanza un nefrologo che risponderà a questi che riguardano la prevenzione e la cura delle malattie renali. I colloqui saranno effettuati nella sede di Via Guido Rey, ad Aosta.
USL
Sanità

Come ogni anno, la Giornata mondiale del rene ha l’obiettivo di sensibilizzare la popolazione sull’importanza di conoscere le malattie renali e le condizioni che possono favorire la loro insorgenza.

Per questo, il prossimo 10 marzo, la Struttura complessa di Nefrologia dell’Usl mette a disposizione della cittadinanza un nefrologo che risponderà a questi che riguardano la prevenzione e la cura delle malattie renali. I colloqui saranno effettuati nella sede di Via Guido Rey, ad Aosta, nell’ambulatorio numero 8, dalle 10 alle 13, senza necessità di prenotazione.

“Una prevenzione efficace è il primo tassello ed è basata su stili di vita adeguati, su una alimentazione regolare e sul mantenimento di una attività fisica costante – spiega I direttore di Nefrologia Massimo Manes –. In particolare un’alimentazione equilibrata che preveda da un lato una riduzione di zuccheri raffinati e del sale in grado di ottimizzare il controllo di diabete e ipertensione e dall’altro la riduzione delle proteine animali, in particolare della carne e del formaggio rappresenta l’approccio più utile per rallentare la progressione del danno renale.

Per i pazienti che progrediscono verso l’insufficienza renale terminale la dialisi, il trapianto di rene e la terapia conservativa rappresentano le opzioni terapeutiche più importanti, terapie che oggi sono sempre più personalizzate e mirano a spostare i trattamenti verso il domicilio dei pazienti”.

Le malattie renali – scrive l’Usl – rappresentano un importante problema di salute pubblica dal momento che quasi il 10% della popolazione italiana ne è affetto. Mettere in atto strategie di prevenzione è fondamentale per impedire che malattie o condizioni predisponenti molto comuni come il diabete e l’ipertensione, non adeguatamente trattati, possano determinare un danno progressivo al rene fino a richiederne la sostituzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e da Googlepolitica sulla riservatezza ETermini di servizio fare domanda a.

The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte