Il 118 cerca una nuova sede ad Aosta

L'Usl ha avviato una ricerca di mercato. La sede del 118 all’ospedale “Parini” – spiega una nota dell'Azienda sanitaria –, era nata come provvisoria nel 1996 e oggi non è più confacente alle esigenze del servizio.
Ambulanze - ambulanza - Automedica - usl - ospedale
Sanità

L’Azienda Usl della Valle d’Aosta ha avviato una ricerca di mercato per trovare un immobile adatto alla nuova sede del 118. La vecchia sede all’ospedale “Parini” – spiega una nota –, era nata come provvisoria nel 1996 e oggi non è più confacente alle esigenze del servizio.

L’immobile deve essere immediatamente disponibile e deve trovarsi all’interno del Comune di Aosta entro un raggio di cinque chilometri dal Presidio ospedaliero “Parini” e dall’aeroporto. Si prevede una locazione passiva, con una durata minima di sei anni, eventualmente rinnovabili.

Per rispondere alle esigenze specifiche del servizio 118 – dice ancora l’Usl –, l’immobile dovrà disporre di diverse caratteristiche tra cui: tre locali uso ufficio, un locale per lo stazionamento degli equipaggi, un’ampia sala riunioni e formazione di circa cento metri quadrati, un’autorimessa di circa ottocento metri quadrati con un’altezza minima utile di 2,85 metri, locali magazzino di circa trecento metri quadrati, un piazzale antistante che permetta la sosta e la manovra dei mezzi.

Complessivamente, l’area dovrà avere una superficie indicativa tra i duemila e i duemilacinquecento metri quadrati.

I soggetti interessati sono invitati a inviare la propria proposta entro le 12 del 16 luglio tramite Pec all’indirizzo protocollo@pec.ausl.vda.it. Dovranno essere allegati una serie di documenti tra cui il modello di autocertificazione, l’estratto di mappa e la planimetria catastale, e una dettagliata relazione descrittiva dell’immobile.

L’avviso e il modulo autocertificazione si trovano nell’apposita sezione del sito web dell’Azienda sanitaria.

Una risposta

  1. L’USL dovrebbe rivolgersi alla Regione o a chi per essa. Nell’ex area Cogne dove una volta si stampavano le monete da 50 e 100 lire c’è tanto di capannone con area attigua. basterebbe guardare da parte dei vertici USL e poi agire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e da Googlepolitica sulla riservatezza ETermini di servizio fare domanda a.

Il periodo di verifica reCAPTCHA è scaduto. Ricaricare la pagina.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte