Il Rotary ha donato due poltrone speciali al reparto di Oncologia

Si tratta di poltrone AP4300 a tre sezioni, schienale e gambale elettrici, con pulsantiera a display Lcd. La particolare forma contenitiva del bracciolo garantisce la stabilità in fase di somministrazione o prelievo endovenoso.
La consegna della poltrone al reparto di Oncologia da parte del Rotary club
Sanità

Sono state consegnate nel pomeriggio di ieri, martedì 1° marzo, le poltrone speciali donate alla Struttura complessa di Oncologia ed Ematologia oncologica da parte del Rotary Club Aosta.

Si tratta di poltrone AP4300 a tre sezioni, con funzioni di movimentazione in altezza variabile, schienale e gambale elettrici, con pulsantiera a display Lcd che comanda cinque attuatori elettrici indipendenti, semplificando il corretto posizionamento del paziente per gli operatori socio-sanitari. La loro particolare forma contenitiva del bracciolo garantisce la stabilità del braccio in fase di somministrazione o prelievo endovenoso e lo snodo graduato permette la rotazione orizzontale a raggio esterna di 90° per un posizionamento ideale e facilitare l’accesso/uscita del paziente.

Un’altra particolarità delle poltrone è la possibilità di far accedere e far rialzare il paziente dai lati, aiutandosi con i braccioli che offrono un valido sostegno sicuro ed ergonomico, agevolando tali operazioni anche da parte degli operatori sanitari.

La donazione – si legge in una nota – rientra nel quadro degli eventi di carattere benefico del Rotary e ha origine dall’iniziativa di due membri del Club che ci hanno lasciati: Vasco Marzini, autore di alcuni dipinti esposti nei reparti ospedalieri, e Piero Roullet, sempre prodigo di consigli e suggerimenti per migliorare l’accoglienza e i servizi ai degenti e agli utenti del servizio.

Alla breve cerimonia di consegna, nei locali del day hospital di Oncologia, hanno preso parte il direttore generale dell’Azienda Massimo Uberti, la presidente del Rotary Club Aosta Monica Merlo e la direttrice di Oncologia e Ematologia oncologia Marina Schena.

L’Azienda Usl – con un comunicato – “esprime la più sincera gratitudine per questo gesto altruista e generoso”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e da Googlepolitica sulla riservatezza ETermini di servizio fare domanda a.

The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte