Medici di base, potranno essere attivati altri ambulatori ad accesso diretto

Ad integrazione di quelli già precedentemente previsti nelle sedi principali dei 4 Distretti socio-sanitari regionali. La novità in un accordo sottoscritto con i medici di medicina generale.
Medico - medici - dottore - camice - dottori
Sanità

Con l’accordo integrativo regionale per la disciplina dei rapporti con i medici di medicina generale, sottoscritto il 15 luglio scorso e approvato oggi dalla Giunta regionale, sarà possibile attivare sul territorio regionale ulteriori sedi di ambulatori di Medici di assistenza primaria ad accesso diretto, ad integrazione di quelli già precedentemente previsti nelle sedi principali dei 4 Distretti socio-sanitari regionali.

“Tale determinazione – afferma l’Assessore Roberto Alessandro Barmasse – vuole ampliare la possibilità per cittadini residenti nel territorio regionale, ma anche per i cittadini non residenti, turisti o lavoratori stagionali, di fruire dell’assistenza medica in orari non coperti dagli ambulatori del medico di assistenza primaria, anche in comuni che precedentemente non erano coinvolti da questo servizio”.

“La speranza – prosegue l’Assessore – è, compatibilmente con la significativa carenza di medici del ruolo unico di assistenza primaria che si registra sia sul territorio regionale sia a livello nazionale, di riuscire ad aprire questo tipo di ambulatori in tutti i principali comuni ad elevata affluenza turistica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Sanità