Rinnovato l’accordo di chiamata “oggi per oggi” tra Savt e Isav

L’accordo sindacale riguarda la copertura di turni aggiuntivi in sostituzione del personale infermieristico rispetto al quadro ordinario di servizio, e riconosce ai lavoratori - tra gli altri - 40 euro lordo Azienda per ogni chiamata in servizio “oggi per oggi” e 24 ore di preavviso di chiamata.
Clinica Saint-Pierre
Sanità

È stato rinnovato l’accordo “oggi per oggi”, siglato dal sindacato Savt Santé con la società Korian, che gestisce l’Istituto Clinico Valle d’Aosta di Saint-Pierre. L’accordo sindacale riguarda la copertura di turni aggiuntivi in sostituzione del personale infermieristico rispetto al quadro ordinario di servizio, e riconosce ai lavoratori 40 euro lordo Azienda per ogni chiamata in servizio oggi per oggi” e 24 ore di preavviso di chiamata.

A questo, si legge in una nota Savt, si aggiunge il riconoscimento di welfare aziendale come sistema di attrattività per infermieri. Il sindacato aveva avanzato proposte di benessere lavorativo per evitare l’abbandono del personale sanitario, proposte tradotte da Isav in benefit aziendali erogati a titolo di welfare. Nell’ultimo incontro, l’Azienda ha accordato al Savt un sistema di attrattività per infermieri che consiste in ticket per il buono pasto ad ogni turno e formazione professionale gratuita.

Il Savt – prosegue la nota – “è soddisfatto dei risultati ottenuti presso l’Istituto Clinico di Saint Pierre e ha come obiettivo l’estensione di tali benefit a tutto il personale, infatti nell’accordo sindacale sul welfare tale obiettivo rappresenta una clausola estensiva a tutti i dipendenti dell’Istituto Clinico”.

L’indennità Covid per lavoratori autonomi o convenzionati

Il Savt Santé – spiega – ha ottenuto l’attesa indennità Covid, prevista dalla Legge regionale 10 del 3 Dicembre 2020 che, in attuazione del principio di autofinanziamento del sistema sanitario regionale,  autorizzava per l’anno 2020 con trasferimento all’Usl della Valle d’Aosta, l’erogazione della somma di 410mila euro da riservare esclusivamente al personale dell’Azienda con contratto atipico, anche autonomo, somministrato o convenzionato che avesse prestato attività lavorativa in strutture o servizi operanti  in forma diretta o indiretta per l’emergenza Covid-19 a titolo di indennità di disagio,  sulla base di quanto stabilito in sede di contrattazione tra l’Azienda stessa e le organizzazioni sindacali di categoria.

“Finalmente – dice il Savt – si è riusciti ad ottenere tale erogazione per tutti i lavoratori aventi diritto che vedranno l’erogazione direttamente in busta paga in questo mese di luglio 2022”.

I lavoratori di ruolo del comparto dell’Azienda Usl della Valle d’Aosta

Infine – prosegue il sindacato – sempre nello stipendio di luglio 2022 verrà pagata anche la somma rimanente della produttività collettiva e dei fondi residui ai lavoratori della sanità dell’Azienda Usl della Valle d’Aosta per un totale di 1 milione 257mila 529,39 euro relativa ai residui 2020 di pertinenza del personale di ruolo del comparto che saranno suddivisi pro quota in base alla produttività collettiva e alla qualifica di appartenenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Sanità