Nomine supplenti, Snals: “Ne mancano ancora 140”

In base ai dati forniti al sindacato mancano ancora 75 supplenti nella scuola secondaria superiore, di cui una ventina su posto vacante, in particolare di matematica, e 65 nella scuola media, di cui sei su posto vacante.
Immagine di archivio
Scuola

“Corretta, ma incompleta”. Così lo Snals definisce la risposta arrivata ieri dall’Assessore regionale all’Istruzione sulla questione supplenti. Caveri ieri aveva informato l’aula della conclusione nella mattinata di mercoledì mattina delle procedure di nomina dei supplenti dalle graduatorie regionali. 

“L’affermazione corrisponde a verità solo se si intende che il gruppo di lavoro della Sovrintendenza deputato all’attribuzione degli incarichi di insegnamento dalle graduatorie regionali ha concluso le proprie operazioni ossia ha offerto una cattedra a tutti gli aspiranti inclusi in queste graduatorie, non nel senso che tutti i posti a supplenza sono stati attribuiti” precisa lo Snals.

In base ai dati forniti al sindacato mancano ancora 75 supplenti nella scuola secondaria superiore, di cui una ventina su posto vacante, in particolare di matematica, e 65 nella scuola media, di cui sei su posto vacante.

Un dato in linea con quello dello scorso anno. “Il fabbisogno di personale è superiore a quello dei soli posti vacanti e, pertanto, l’Assessorato dovrebbe riconoscere questa realtà e prevedere un organico di diritto potenziato in tutte le istituzioni scolastiche,  – ricorda lo Snals – così da mettere a bando nei concorsi un maggior numero di posti e consentire a un maggior numero di aspiranti di conseguire l’abilitazione, ottenere un incarico a tempo indeterminato o, almeno, entrare nelle graduatorie per le supplenze”.

Secondo il sindacato “la mancanza di 140 insegnanti ad anno scolastico iniziato, da trovare nelle graduatorie di istituto o fuori graduatoria, determinerà un aggravio di lavoro per le segreterie delle Istituzioni scolastiche, e renderà, di fatto, impossibile completare gli organici prima dell’ultima settimana del mese, se non della prima di ottobre”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Scuola

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte