VIDEO Società

Ultima modifica: 2 Aprile 2021 11:20

A Pasqua 50 famiglie in difficoltà ricevono i pacchi solidali di Coldiretti

Aosta - Le 50 famiglie individuate da Coldiretti in collaborazione con il CSV e alcune parrocchie ricevono in questi giorni un pacco contenente 50 chili di prodotti made in Italy per trascorrere una Pasqua più serena.

Un cartone di oltre cinquanta chili contenente prodotti 100% Made in Italy come pasta e riso, Parmigiano Reggiano e Grana Padano, biscotti, sughi, latte e molto altro. Lo riceveranno  in questi giorni altrettante famiglie in difficoltà economiche individuate da Coldiretti in collaborazione con il Coordinamento Solidarietà Valle d’Aosta e alcune parrocchie.

L’iniziativa è promossa in tutta Italia da Coldiretti, Filiera Italia e Campagna Amica con la partecipazione delle più rilevanti realtà economiche e sociali del Paese.

Elio Gasco, direttore di Coldiretti, spiega il senso dell’iniziativa

La prima consegna è avvenuta nella mattinata di mercoledì 31 marzo, presso la Caritas interparrocchiale della Valdigne. I primi 24 pacchi sono stati consegnati alla Cappella di San Giuseppe sede degli alpini a Morgex dal  Presidente della Coldiretti Valle d’Aosta Alessio Nicoletta. Nel pomeriggio dello stesso giorno sono state fatte altre consegne alla parrocchia di Sant’Orso e presso la sede del CSV di Aosta.

Le foto della consegna a Morgex

Iscriviti alla nostra newsletter

* indicates required

Non daremo mai i tuoi dati a terzi e ti promettiamo che non ti disturberemo inutilmente e che non ti faremo mai perdere tempo.


Puoi cancellarti in ogni momento da questa lista, cliccando nel link che trovi al fondo di ogni mail che ti inviamo. Per avere tutte le informazioni a proposito della nostra "policy" in termini di privacy, puoi andare sul nostro sito www.aostasera.it

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing: significa che è lo strumento con cui ti mandiamo le mail. Cliccando qui sotto su "Mi iscrivo", confermi di essere al corrente del fatto che gestiremo le informazioni che ci hai lasciato qui attraverso Mailchimp. Se voi scoprire di più sulla Privacy Policy di Mailchimp, clicca qui

Commenta questo articolo