Accanto alla Festa regionale della Caccia Legambiente propone la festa ‘della focaccia’

Sabato e domenica si svolge alla Gran Place di Pollein la prima Festa regionale della Caccia che interesserà i circa 1500 praticanti valdostani. La 'concorrenza' invece organizza la Festa della Focaccia ad Aosta.
Società
Un capannone con all’interno trofei di caccia, stand, mostre fotografiche e  convegni troverà spazio alla Grand Place di Pollein, dove sabato 3 e domenica 4 maggio prossimi di celebrerà la prima Festa della Caccia, organizzata dalla Regione Valle d’Aosta. Circa 1500 cacciatori valdostani si ritroveranno in questa sede per la premiazione del concorso fotografico “La fauna della Valle d'Aosta in ambiente naturale” e saranno protagonisti di dimostrazioni di cani da caccia e di un'esercitazione di tiro. "La manifestazione, – ha sottolineato l'assessore all'Agricoltura, Giuseppe Isabellon, presentando la kermesse durante la conferenza stampa della Giunta – oltre che un omaggio al mondo venatorio regionale, vuol essere un momento di riflessione sulle attività legate alla caccia con un programma ampio e articolato dal taglio informativo e scientifico". Per il presidente del Comitato regionale per la gestione venatoria, Alessandro Durand, “l'evento rappresenta un momento di contatto tra i cacciatori e la popolazione e un'occasione per discutere dell'attività venatoria in tutte le sue sfaccettature".

E accanto alla festa dei cacciatori valdostani, in maniera provocatoria, Legambiente organizza nella giornata di domenica 4 maggio una caccia di altro genere. Come si legge in una nota della presidente del circolo valdostano di Legambiente Maria Pia Simonetti c’è chi apre la caccia al voto festeggiando la caccia agli animali, ma c’è chi considera entrambe queste forme di caccia usanze arcaiche e preferisce una più incruenta caccia al tesoro”. Ecco allora la Festa della Focaccia che domenica pomeriggio richiamerà gli amanti degli animali e della “natura viva”  sulla collina del Villair di Quart. Il programma prevede una tradizionale caccia al tesoro rivolta a grandi e bambini. Ad indirizzare i partecipanti verso il tesoro, rappresentato da una cassa di focaccia che verrà poi equamente spartita tra vincitori e vinti, saranno biglietti con citazioni di Primo Levi, dal racconto Nichel, da Ferro, il racconto scritto in ricordo di Sandro Dalmastro. L’appuntamento è per domenica 4 maggio alle 14,00 in piazza Plouves ad Aosta.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società