Al casinò di Saint Vincent transazioni fraudolente con carte di credito

Sono 9 i dipendenti del Casinò di Saint Vincent indagati dalla procura di Aosta nell'ambito di un'inchiesta su "transazioni fraudolente" attuate attraverso gli apparecchi Pos della casa da gioco. Sono accusati a vario titolo di...
Società

Sono 9 i dipendenti del Casinò di Saint Vincent indagati dalla procura di Aosta nell’ambito di un’inchiesta su “transazioni fraudolente” attuate attraverso gli apparecchi Pos della casa da gioco. Sono accusati a vario titolo di truffa aggravata, falso e indebito utilizzo di carte di credito.
Nel registro degli indagati sono stati iscritti, tra gli altri, l’ex direttore generale del casinò Roberto Trentaz, il capo ufficio cassa, assegni e cards, Leo Duroux, il responsabile dell’ufficio amministrazione, Gino Cuneaz, e sei cassieri.
Secondo gli inquirenti, dal 1994 al 2004 nel casinò sono state portate a termine centinaia di transazioni fraudolente con i Pos delle casse, sia inserendo i codici delle carte sia effettuando una doppia strisciata all’insaputa dei clienti.
Gli inquirenti hanno anche scoperto una trentina di persone, che erano in attesa di ricevere dai servizi interbancari la carta di credito, con la quale invece sono stati effettuati prelievi nel casinò a loro insaputa.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società