All’Usl le funzioni in campo di sanità penitenziaria

Approvato dalla Giunta regionale il disegno di legge sulla disciplina dell’esercizio delle funzioni in materia di medicina e sanità penitenziaria. Il personale medico del servizio nel Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria passa all'USL.
Il carcere di Brissogne
Società

Le funzioni e le risorse finanziarie statali nel campo della sanità penitenziaria passano all’Usl valdostana. La giunta regionale ha infatti approvato il disegno di legge sulla disciplina dell’esercizio delle funzioni in materia di medicina e sanità penitenziaria, il provvedimento che fa seguito all’approvazione del decreto legislativo 192/2010 con il quale lo Stato, sulla base dello Statuto di autonomia e dell’avvenuta approvazione delle Norme di attuazione, ha trasferito alla Regione le competenze in materia di sanità penitenziaria. Il disegno di legge si compone di 6 articoli all’interno dei quali viene definito che il personale medico incaricato che già presta esercizio nell’ambito del Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria sia trasferito all’Usl. L’Azienda Usl, tra l’altro, potrà attribuire incarichi a tempo determinato in base ad apposite graduatorie. All’azienda vengono anche trasferiti i beni strumentali, arredi e attrezzature di proprietà del Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria.

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società