Aosta, decisi gli indirizzi per gli asili nido. Aumentano le ore, ma da ottobre calano i posti

La delibera di Giunta comunale vuole "garantire la continuità dei servizi" e allarga gli orari di apertura che, fino a settembre 2022, saranno dalle 7.30 alle 17.30. Dal 1° ottobre, però, non saranno più disponibili le strutture private. L'Assessora Forcellati: "Sarà necessario reperire sul mercato privato locale i restanti 24 posti".
Bambini all'asilo (immagine d'archivio)
Società

La Giunta comunale di Aosta ha approvato ieri – venerdì 23 aprile – una delibera che traccia la linea per i servizi per la prima infanzia nel Capoluogo, per il che periodo dal 13 giugno 2021 al 30 settembre 2022.

Delibera con la quale – si legge in una nota da piazza Chanoux – l’Esecutivo intende “assicurare la continuità dei servizi per la prima infanzia, stabilendo per il periodo 13 giugno 2021 – 30 settembre 2021 la disponibilità di 114 posti negli asili nido comunali suddivisi tra asilo di via Roma, ‘M. Berra’, ‘Farfavola’ e ‘Apeluna’”.

Numero che scenderà a 102 a partire dal 1° ottobre, quando non saranno più disponibili le strutture private finora utilizzate come asili nido nella co-progettazione, suddivisi tra l’asilo di via Roma ed il “Berra”, con 24 posti reperiti sul mercato privato mediante convenzionamento.

L’orario sarà ampliato – prosegue il comunicato -, e andrà dalle 7.30 alle 17.30 con orari fissi di ingresso e uscita dal lunedì al venerdì e frequenze stabili e regolari nell’arco della settimana per non meno di 20 ore settimanali.

Sul fronte Covid, viene invece confermata l’adozione di specifiche misure per individuare ogni gruppo di bambini come unità epidemiologica indipendente (le cosiddette “bolle”) con i gruppi composti da un minimo di 6 ad un massimo di 12 bambini. Il rapporto numerico educatore-bambini, attualmente 1 a 6, potrà essere esteso fino a 1 a 8.

Gli indirizzi applicati – spiega il Comune – permetteranno di assicurare la gestione ordinaria dei servizi sino al 30 settembre 2022, in vista della riorganizzazione complessiva dei servizi alla prima infanzia che prenderà il via indicativamente dal 1° ottobre 2022, quando cioè tornerà utilizzabile anche l’asilo nido di viale Europa attualmente adibito a servizio semi-residenziale per anziani.

Utilizzo in questa direzione prorogato praticamente di un anno rispetto alla volontà iniziale, fino al 30 settembre 2022, considerato il protrarsi della situazione emergenziale.

“Si tratta di un provvedimento estremamente importante perché da un lato ci permette di mettere in sicurezza, confermandolo, il servizio e dall’altro di rilanciarlo in vista di un graduale quanto auspicato ritorno alla normalità pre-Covid-19 – commenta l’Assessora alle Politiche sociali Clotilde Forcellati –. Gli indirizzi approvati rendono il servizio più confacente alle esigenze delle famiglie, prevedendo l’estensione dell’orario di due ore con apertura alle 7.30 e chiusura alle 17.30”.

Non solo, prosegue Forcellati: “La possibilità dal mese di giugno di avere ‘bolle’ fino a 12 bambine/i con un rapporto invariato educatrici/bambini di 1 a 6 permetterà, nel rispetto delle norme regionali e in sicurezza, di aumentare gli scambi pedagogici tra educatrici e, allo stesso tempo, una migliore prosocialità dei piccoli ospiti. Abbiamo anche previsto un aumento di 12 posti complessivi della capienza dei due asili nido comunali rimasti in modo da riuscire a fare fronte al fabbisogno delle famiglie, data l’imminente scadenza, non più prorogabile, dell’accordo di co-progettazione, anche in considerazione del fatto che la struttura di viale Europa sarà ancora confermata come centro diurno che ospita anziani fino al 30 settembre 2022. Per fare fronte alla necessità di coprire il fabbisogno di posti di asilo nido sarà quindi necessario reperire sul mercato privato locale i restanti 24 posti mediante convenzionamento”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società
Società