Società di Redazione AostaSera |

Ultima modifica: 31 Dicembre 2019 13:05

Artigianato, la 67ª Mostra-Concorso avrà un tema speciale

Aosta - La Giunta regionale ha approvato ieri i temi per l'evento che fa da prologo alla Foire d'Été. Tra queste un tema speciale per due opere da utilizzare come basamenti per l’urna contenente le reliquie di Sant’Orso e per la statua del Santo.

a Mostra Concorso66a Mostra Concorso

Nuovi temi, uno speciale per la realizzazione di due opere da utilizzare come basamenti per l’urna contenente le reliquie di Sant’Orso e per la statua del Santo e un’apertura verso il contemporaneo.

Ieri – lunedì 30 dicembre –, infatti, la Giunta regionale ha approvato i temi della 67ª Mostra-Concorso dell’artigianato valdostano di tradizione, l’appuntamento in piazza Chanoux che fa da prologo alla Foire d’Été.

Per la sezione attrezzi e oggetti per l’agricoltura il tema proposto è la tzanna, mentre per le lavorazioni in ferro battuto la Regione propone testiera per letto singolo. I mobili -avranno invece come tema la porzione di ringhiera per il balcone e per la sezione dell’intaglio decorativo viene proposta la coppia di sabots intagliati.

Per gli oggetti torniti il tema sarà il piatto per formaggio con coperchio, mentre gli oggetti in vannerie metteranno in mostra il cesto per la legna.

momenti della Saint-Ours saranno invece il tema delle sculture tuttotondo o bassorilievo, mentre le lavorazioni in pelle e cuoio esporranno la cavezza per le mucche. E mentre le dentelles di Cogne avranno come tema proposto il lenzuolo e federa per letto singolo, lo chanvre di Champorcher punterà sulle coppie di asciugamani mentre i drap di Valgrisenche vedranno come tema da sviluppare la parure di scendiletto.

I costumi tradizionali guarderanno invece verso Ayas, con il costume da uomo tipico, mentre per i fiori in legno il tema proposto sarà quello de il Cardo selvatico (Carlina acaulis). Il forno di un villaggio valdostano è invece il tema affidato alle costruzioni in miniatura, mentre la pietra locale si concentrerà sui portabottiglie. Per i giocattoli il tema proposto è quello del galletto con ruote, mentre per la ceramica, il vetro e l’oro e argento il tema, un po’ più ampio, è semplicemente la Saint Ours. Infine, al rame viene proposto il tema paiolo per la polenta.

I temi con le relative specifiche – spiegano dall’Assessorato all’Artigianato – saranno disponibili, nei prossimi giorni sul sito ufficiale della Regione, nella sezione dedicata all’artigianato di tradizione, mentre l’elenco degli stessi verrà trasmesso nel frattempo a tutti gli artigiani in occasione della lettera di invito alla 1020ª Fiera di Sant’Orso.

Il tema speciale

La Struttura Attività artigianali e di tradizione, a braccetto con la Collegiata di Sant’Orso e la Sovrintendenza ai Beni culturali ha inoltre istituito un tema speciale che prevede la realizzazione di due opere da utilizzare come basamenti per l’urna contenente le reliquie di Sant’Orso e per la statua del Santo. Le indicazioni sulle dimensioni delle due opere da realizzare saranno inserite nel regolamento, ancora da definire.

Non solo: “Durante la Mostra-Concorso – scrivono ancora dall’Assessorato – potranno essere esposti anche manufatti denominati ‘ARTernativi’ a testimonianza di un artigianato sempre più vivo e rappresentativo nell’attuale panorama artigianale valdostano”.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>