Video 

Boomer, Millennial e Gen Z a confronto sull’uso dei social

Il nuovo episodio live di Illumina Aosta chiama sul palco sette ospiti, di età compresa tra i 18 e i 48 anni, per rappresentare le generazioni dei Boomers, dei Millenials e la Gen z e discutere dei diversi approcci alla tecnologia.
Società

Quante volte i giovani si sentono dire che passano troppo tempo davanti agli schermi? E quante volte i genitori sono accusati dai figli di non essere al passo con i tempi o di non saper usare i social? Partendo da questo eterno scontro generazionale, spostatosi sul web negli ultimi anni, si è aperta la nuova puntata live di Illumina Aosta, registrata in Cittadella dei Giovani lo scorso 21 aprile e che ha visto appunto come tema quello del rapporto delle diverse generazioni con la tecnologia.

A fare da portavoce alle diverse fasce d’età sono stati sette ospiti pronti a battersi per difendere la propria generazione: Sara Aresca (18 anni), Anna Crecca (19 anni), Chiara Cremonese (19 anni), Alessandro Collura (24 anni), Francesca Zanin (29 anni), Michele Tranquilli (34 anni) e Nathalie Grange (48 anni). Le generazioni rappresentate, invece, quella dei Baby boomers, ossia i figli del boom economico solitamente additati come incapaci di utilizzare le nuove tecnologie, dei Millenials, i nati tra gli anni Ottanta e Novanta, e la Generazione Z (o Gen Z), la categoria dei nativi digitali.

Diversi gli argomenti che hanno animato la serata come l’approccio da adottare su Facebook e Instagram, con un particolare riferimento all’utilizzo dei meme e alla relativa ironia che si dice non essere quasi mai compresa dai “boomers” e all’invio delle gif. Non è mancato anche un momento di confronto sul linguaggio da utilizzare nei messaggi e sulle incomprensioni generate da espressioni e parole usate tendenzialmente solo dai più giovani, come “chill” e “cringe”. Uno spazio di discussione è stato lasciato anche al tema dell’utilizzo del cellulare, con un dibattito sulla scelta tra chiamate e messaggi, a quello delle richieste all’assistente vocale di Google, ma si è parlato anche delle caratteristiche indispensabili che devono avere le foto da postare sui social fino al tanto preso in giro messaggio del “buongiornissimo” inviato ad amici e parenti la mattina. Il tutto, come sempre, senza prendersi mai troppo sul serio, ma ridendo di tutti e di tutto.

Il podcast

Tutti gli episodi di Illumina Aosta si trovano – oltre che su AostaSera – su Youtube e Spotify (solo audio). La prossima puntata sarà pubblicata come sempre il mercoledì mattina con al centro un nuovo ospite e tante curiosità.

 

 

 

3 risposte

  1. E questa testata continua a specificare l’origine geografica delle persone coinvolte, così da fomentare commenti come quelli di Domenico o, peggio, avallare pregiudizi ormai radicati nelle nostre teste e nei nostri cuori…Smettetela per favore!!!

  2. I boomers finiscono nel 65, la 48enne rappresenta la generazione X, che pare sempre dimenticata dai media, affossando sempre tutto a noi boomers😎

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e da Googlepolitica sulla riservatezza ETermini di servizio fare domanda a.

The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte