Carema: una valanga di sì a favore dell’annessione alla Valle d’Aosta

Un plebiscito a favore dell'annessione alla Valle d'Aosta. Questo il risultato del referendum che si è svolto domenica e lunedì a Carema. Secondo i dati ufficiali, quasi l'80% degli aventi diritto al voto, per esattezza il 76,18% (483...
Società

Un plebiscito a favore dell’annessione alla Valle d’Aosta. Questo il risultato del referendum che si è svolto domenica e lunedì a Carema.
Secondo i dati ufficiali, quasi l’80% degli aventi diritto al voto, per esattezza il 76,18% (483 su 634), si è recato alle urne per esprimersi sul quesito ?Volete che il territorio del Comune di Carema sia separato dalla Regione Piemonte per entrare a far parte integrante della Regione Valle d’Aosta??.
Di questi, il 90% si è dichiarato a favore dell’annessione alla regione autonoma, mentre solo 49 persone hanno votato contro, due le schede bianche.

Ma se il sogno dei cittadini di Carema è quello di abbattere la frontiera invisibile che li separa dal comune di Pont Saint Martin, questo desiderio deve comunque fare i conti con il parere delle due Regioni interessate.
Entrambe hanno già dichiarato, per voce dei rispettivi presidenti, Luciano Caveri e Mercedes Bresso, la propria forte perplessità a riguardo.
Caveri, in particolare, non ha mai nascosto la propria avversione per i progetti annessionistici di Carema, Noasca e degli altri comuni piemontesi che hanno già manifestato l’intenzione di seguire la strada del referendum, come Valprato, Soana, Ronco e Ribordone.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società