Comitato Sarre Statale Sicura: “Tante belle parole, tante promesse ma di concreto?”

Riceviamo e pubblichiamo.
I lettori di AostaSera.it, la posta dei lettori
I lettori di Aostasera, Società

Più passa il tempo e più ci accorgiamo, nostro malgrado, di quanto sia sempre più sicura la SS26, specie nel tratto di Sarre. (siamo ironici sia chiaro).
Da quando siamo "nati" si sono registrati tantissimi incidenti, più o meno gravi. Non proviamo nemmeno a contare tutti quelli che hanno preceduto la nostra esistenza, ci basta constatare quanto è stato promesso da quando ci siamo costituiti Comitato Cittadino e quanto realmente è stato fatto…. Tante belle parole, tante promesse ma di concreto? Ancora nulla ci pare! Probabilmente ci si è fermati ai proclami, ai progetti, al bloccare (si spera e fortunatamente) cifre ingenti per progetti promossi ma ancora fermi… Non passa mattina che al semaforo all’altezza dell’ex Villa dei Fiori mezzi di ogni tipo passino ignorando il rosso… senza alcuna sanzione e controllo. Continuiamo a porre garbatamente e con educazione domande ma latitano le risposte… Ci vengono promessi incontri ad ogni livello e poi, in realtà, abbiamo solo dei riscontri in ambito comunale (di cui ringraziamo per non rimanere nell’oblio straziante delle sole promesse…)
La burocrazia, le procedure, gli Enti e le Amministrazioni, si sa bene, hanno i loro tempi che ben diversi sono a dispetto degli eventi che sono irrispettosi e di queste tempistiche se ne fregano andando a capitare quasi a voler ricordare che resta sempre qualcosa da fare (nella speranza che non sia troppo tardi per qualcuno… ancora… di nuovo…)
Gli incidenti si fanno beffa delle promesse e incidono le loro cicatrici nelle menti e nelle membra delle persone coinvolte…
Si moltiplicano le presenze di mazzetti di fiori, di foto, di angoli del ricordo, amaro e straziante per chi altro non ha che ricordi e lacrime per quanto avvenuto…
Viene naturale chiedersi e chiedere: se la cifra stabilita per le rotonde fosse stata depositata o investita, in attesa della realizzazione delle opere, avrebbe fruttato qualcosa? Quanto tempo occorre ancora aspettare prima che dalle parole si passi ai fatti e si dia inizio ai lavori promessi o ci si muova al fine di rendere realmente sicuro quel tratto di Strada Statale di cui cerchiamo inutilmente di interessarci? Quando le oltre DUEMILA firme che a suo tempo abbiamo consegnato alle Autorità competenti riceveranno risposte adeguate?
Non ci si nasconda dietro alla responsabilità dei singoli per quanto accade. Vi sono Amministrazioni locali che in questi anni si sono interessate e spese per migliorare sensibilmente la sicurezza sui tratti stradali di propria competenza e da noi che cosa si aspetta ancora? Sono tutte domande che da tempo poniamo e che fra i vari "attori" non trovano adeguate e certe risposte, come ancora non esiste risposta alla domanda inerente i tempi e la calendarizzazione degli interventi da realizzare.
Forse è il caso che chi di dovere si preoccupi di fornire delle risposte e che si rompa questo imbarazzante silenzio.
Rimaniamo sempre fiduciosi e rispettosi nei confronti di tutti coloro che, indubbiamente si stanno adoperando per fare qualcosa, ma con il vivo desiderio di vedere le pagine dei mezzi di informazione riempirsi non di foto e di cronache dolorose ma di comunicazioni inerenti lavori e migliorie necessarie non per accontentare noi come Comitato ma come cittadini e contribuenti oltre che fruitori della Statale stessa… E in attesa di un cenno di riscontro e di novità…continuiamo ad aspettare…nella speranza che non sia vero che chi vive sperando….
Grazie a tutti e tutte e… speriamo bene!

Comitato Sarre Statale Sicura.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società