Consulta: lo Stato non può tagliare le spese delle Regioni. La Valle d’Aosta era stata tra i promotori del ricorso contro il decreto taglia-spese del Governo

Lo Stato non può tagliare le spese per consulenze esterne, di missione all'estero, di rappresentanza, di relazioni pubbliche e convegni e nemmeno quelle per l'acquisto di beni e servizi effettute dalle Regioni. Una...
Società

Lo Stato non può tagliare le spese per consulenze esterne, di missione all’estero, di rappresentanza, di relazioni pubbliche e convegni e nemmeno quelle per l’acquisto di beni e servizi effettute dalle Regioni.
Una sentenza della Corte costituzionale, depositata oggi, dirime un contenzioso con lo Stato aperto dalla Toscana, Campania, Valle D’Aosta e Marche che avevano ricorso contro il decreto legge sul contenimento della spesa pubblica, approvato con voto di fiducia nel luglio 2004.

Secondo quanto scritto nella sentenza, i vincoli contenuti nel decreto del governo «non costituiscono principi fondamentali di coordinamento della finanza pubblica, ma comportano una inammissibile ingerenza nell’autonomia degli enti quanto alla gestione della spesa».

Mi auguro – ha commentato il presidente della Regione Valle d’Aosta Luciano Caveriche ciò faccia riflettere su alcune norme altrettanto dubbie presenti nella Finanziaria in discussione in Parlamento“.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società