Dimissioni Papa, Monsignor Lovignana: “Non me l’aspettavo, l’avrei dovuto incontrare il 1° marzo”

"Sono molto dispiaciuto - spiega Lovignana - ma ho letto le sue parole e ho visto come la decisione sia maturata con sofferenza ma con senso di responsabilità". L'ex sindaco di Introd, Osvaldo Naudin: "L'ultima volta l'avevo visto meglio". FOTOGALLERY
Papa Benedetto XVI all'uscita della Cattedrale
Società

"Sono decisamente sorpreso, non me l’aspettavo". Monsignor Franco Lovignana, Vescovo di Aosta, commenta cosi l’annuncio arrivato intorno alle 12 di oggi delle dimissioni di Papa Benedetto XVI. "Avrei dovuto incontrarlo – racconta Lovignana – il 1° di marzo, ovvero il giorno dopo le sue dimissioni. Sono molto dispiaciuto ma ho letto le sue parole e ho visto come la decisione sia maturata con sofferenza ma al contempo con senso di responsabilità e nella preghiera. Non posso quindi che rispettare la decisione e affidarmi, come da lui chiesto, alla preghiera affinché la luce di Dio guidi l’elezione del nuovo Pontefice. "

Il 20 settembre scorso Monsignor Lovignana aveva incontrato a Castel Gandolfo per l’ultima volta Papa Benedetto XVI. "Lo avevo visto molto stanco, con il peso degli anni che corrono, ma avevo pensato che avesse potuto avere una giornata difficile".

La Valle d’Aosta fu la sede dei soggiorni estivi di Papa Ratzinger nel 2005, 2006 e nel 2009. "Del Papa – spiega ancora Lovignana – mi colpiva il suo tatto semplice, la sua attenzione alle persone e la sua discrezione, sembrava sempre che avesse paura di disturbare".

Joseph Ratzinger, che compirà 86 anni il prossimo 16 aprile, era stato eletto papa dal conclave il 19 aprile 2005, dopo la morte di Giovanni Paolo II.

Sorpreso per la decisione si dice anche Osvaldo Naudin, l’ex Sindaco di Introd “L’ho incontrato un mese e mezzo fa e mi era sembrato che stesse meglio rispetto alle ultime volte. Con l’attuale sindaco siamo scesi a Roma per l’annuale udienza poco tempo fa ed ero rimasto sollevato perché mi era sembrato più disponibile e più curioso.” Naudin ha accompagnato per undici anni i soggiorni estivi di Papa Giovanni Paolo II e successivamente per tre quelli di Ratzinger. “Erano due persone completamente diverse, ho di entrambi dei bei ricordi” spiega ancora Naudin. Nel 2009 Papa Benedetto XVI ha ricevuto la cittadinanza onoraria di Introd, “siamo scesi a Roma in una cinquantina di persone ed è stato un momento emozionante.”

In quell’occasione il Papa ebbe modo di ricordare come in Valle d’Aosta avesse "trascorso indimenticabili periodi di riposo, circondato dallo splendido panorama alpino, che favorisce l’incontro con il Creatore".

 

Per guardare la FOTOGALLERY clicca qui.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società