Alla Festa dell’Unità arriva la segretaria Pd Elly Schlein

Alla Festa dell’Unità - in programma il 15,16 e 17 settembre al ristorante Intrecci di Aosta - prenderà parte anche la segretaria nazionale del Partito democratico Elly Schlein. Il suo intervento è previsto per venerdì 15 settembre alle 18.30.
Elly Schlein
Società

Alla Festa dell’Unità, che torna dopo dieci anni, prenderà parte anche la segretaria nazionale del Partito democratico Elly Schlein. A comunicarlo è il Pd valdostano, che spiega che l’intervento di Schlein alla Festa dell’Unità – in programma dal 15 al 17 settembre al ristorante Intrecci di Aosta – è previsto per venerdì 15 settembre alle 18.30. Assieme alla Segretaria dem sarà presente anche l’onorevole Mauro Berruto.

Dopo 10 anni torna in Valle d’Aosta la Festa dell’Unità

2 settembre 2023

Partito democratico della Valle d'Aosta - PD
Partito democratico della Valle d’Aosta

Dopo 10 anni torna in Valle d’Aosta la Festa dell’Unità, in programma il 15,16 e 17 settembre al ristorante Intrecci di Aosta, in via Binel.

Si inizierà venerdì 15 settembre alle 17 con il “Pnrr e comuni” con ospiti Gianni Nuti, sindaco di Aosta, Matteo Chiantore, sindaco di Ivrea, Vilma Gaillard, segretaria Cgil VdA, Clotilde Forcellati, assessora del Comune di Aosta e la moderazione di Cecilia Lazzarotto della commissione Pnrr del capoluogo. Qui si inserirà l’intervento della segretaria nazionale Schlein. A seguire la cena – per la quale è gradita la prenotazione – ed il concerto di Elisa Neve, giovane cantautrice valdostana.

Sabato 16 settembre alle 17 si parlerà di “Scuola e università” con Jean-Pierre Guichardaz, assessore regionale, Simona D’Agostino della Cgil scuola e Alessia Demé della CISL scuola. A moderare sarà Sofia Colombini, segretaria Giovani Democratici).

Alle 18.30 l’appuntamento è con l’incontro “Europa e futuro” con Brando Benifei, capodelegazione Pd al Parlamento Europeo, Eliana Canavesio, co-presidente di Volt Italia e Sara Timpano, funzionaria ed esperta in fondi europei, con la moderazione di Fulvio Centoz.

La serata proseguirà con un apericena – anche in questo caso è gradita la prenotazione – ed il concerto dei TNT che proporranno musiche anni ‘70-‘80-‘90.

Domenica 17 settembre alle 10.30 ci sarà l’assemblea regionale aperta con Chiara Gribaudo, vice presidente del Pd, che torna in Valle d’Aosta per parlare di salario minimo e parità di genere. Con lei interverranno il segretario regionale Luca Tonino, Paolo Cretier, capogruppo Consiglio regionale, e Cecilia Lazzarotto, direzione nazionale.

Seguiranno storie raccontate e cantate di Bobo Pernettaz e Roberto Contardo. La Festa dell’Unità 2023 si concluderà con un pranzo conviviale, per la quale è necessaria la prenotazione.

Le prenotazioni dei pasti potranno essere fatte inviando una e-mail a pdemocraticovda@gmail.com, specificando eventuali allergie ed intolleranze, entro lunedì 11 settembre.

11 risposte

  1. Mi viene già da ridere pensando alla posizione che la Schlein dovrà assumere su Cime Bianche per parare il colpo alla totale assenza di linea del Pd locale. O meglio, la linea di Tonino e compagni è molto chiara ed è una sola: la cadrega!

  2. Chissà cosa penserà e se proverà un po’ di imbarazzo la segretaria Schlein nel partecipare alla Festa dell’Unità organizzata dal Pd valdostano all’interno di una struttura gestita da una cooperativa che ha ricevuto e riceve lavori dal Comune di Aosta, retto da una coalizione di cui il Pd fa parte e di cui il segretario regionale è presidente del consiglio comunale. Parlerà mica di trasparenza nel suo intervento, vero?

  3. La situazione è migliorata. Una volta la Festa dell’Unità era una festa che coinvolgeva tante persone, salamelle e vino. Adesso si devono accontentare di una sala di ristorante (massimo 80 posti) dal nome politicamente sconveniente “Intrecci” e gestito da una cooperativa.

    1. Al Pd e alla sinistra gli intrecci tra politica e cooperative piacciono molto. Da sempre. Per rimanere in campo gastronomico, ‘piatto ricco mi ci ficco’!

  4. Ristorante Intrecci gestito dalla cooperativa La Sorgente di Riccardo Jacquemod, che gestisce più di un servizio in appalto per il Comune di Aosta. Bella commistione tra politica e cooperative, tipico della sinistra peraltro. Evviva la giunta comunale di Aosta! Evviva il Pd valdostano! Ormai sono senza pudore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e da Googlepolitica sulla riservatezza ETermini di servizio fare domanda a.

Il periodo di verifica reCAPTCHA è scaduto. Ricaricare la pagina.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte