Due ‘morti bianche’ in pochi giorni in Valle d’Aosta

Si svolgeranno probabilmente domani i funerali di Mario Scafò, 51 anni, di Montjovet, deceduto a seguito di un incidente sul lavoro. L'uomo, impresario edile, si trovava a Chamois, sabato scorso, alle 11 di mattina, assieme ad un...
Società

Si svolgeranno probabilmente domani i funerali di Mario Scafò, 51 anni, di Montjovet, deceduto a seguito di un incidente sul lavoro.
L’uomo, impresario edile, si trovava a Chamois, sabato scorso, alle 11 di mattina, assieme ad un collega. I due stavano effettuando delle misurazioni sul tetto del condominio Corniolaz, indispensabili per potere fare un preventivo dei successivi lavori.

La dinamica dell’incidente non è stata ancora chiarita. Mario Scafò potrebbe essere scivolato, avere avuto un malore, o avere semplicemente appoggiato male il piede, perdendo l’equilibrio.
L’uomo è precipitato per sei metri, battendo il capo. Nonostante l’immediatezza dei soccorsi, la caduta non ha lasciato scampo all’impresario edile, che è morto sul colpo.
Sul posto sono accorsi gli uomini del 118, i carabinieri e gli ispettori del servizio antiinfortunistica dell’Usl.

Purtroppo non si tratta dell’unica ‘morte bianca’ avvenuta in settimana in Valle d’Aosta. Infatti, giovedì scorso, a Brissogne, è deceduto anche il titolare della ditta di carpentieri Secam, Ettore Boglioli, 58 anni, di Piacenza.
L’uomo si trovava in cantiere, all’interno del centro direzionale Polo informatico della Valle d’Aosta di Brissogne, verso le 19.30. Dopo avere installato la ringhiera a protezione di una scala interna all’edificio, che conduce alla cosiddetta torre delle comunicazioni, Ettore Boglioli è salito in cima per ritirare gli attrezzi, prima di fare ritorno a casa.
A causa, forse, di un malore, l’uomo è caduto, per 10 metri, senza emettere un lamento. Lo ha trovato il capocantiere, che non ha potuto fare altro che constatarne la morte. Saranno le due inchieste in corso, quella aperta dalla procura e quella dell’ispettorato del lavoro, a fare chiarezza sull’accaduto.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società
Società