FABIO MOLINO E’ IL NUOVO COORDINATORE DEL CSV

Fabio Molino 33 anni, laureato in Scienze della comunicazione all'Università di Torino, è il nuovo coordinatore del CSV della Valle d'Aosta. Sarà chiamato a guidare, sul piano operativo, la struttura del centro di...
Società

Fabio Molino 33 anni, laureato in Scienze della comunicazione all’Università di Torino, è il nuovo coordinatore del CSV della Valle d’Aosta. Sarà chiamato a guidare, sul piano operativo, la struttura del centro di servizio valdostano che conta, attualmente, 6 lavoratori dipendenti, 4 consulenti e vari collaboratori.

A nominare il nuovo coordinatore, che sarà affiancato per alcuni mesi dal suo predecessore Renato Faval, è stato il comitato direttivo del CSV che ha voluto premiare l’impegno profuso e le competenze acquisite da Fabio Molino durante i tre anni di lavoro al Centro.

Fabio Molino, dal 2003, lavora presso il CSV seguendo, in particolare, l’area della progettazione sociale. In questi anni ha frequentato vari corsi di specializzazione sulla progettazione sociale e la gestione di enti non profit ed ha seguito, per conto del CSV, i gruppi sulla formazione e la progettazione organizzati, a livello nazionale, da CSV.net .
Nel suo curriculum emergono anche significative esperienze di volontariato ed impegno sociale tra cui la gestione di un servizio di assistenza telefonica per persone svantaggiate dell’associazione ?Mondo X? di Torino e la formazione rivolta a operatori della stessa organizzazione.

?Questo incarico – ha affermato Luigino Vallet, presidente del CSV della Valle d’Aosta – è legato alla volontà del direttivo di snellire e ringiovanire una struttura chiamata ad affrontare, con sempre più urgenza, le questioni dell’incontro tra generazioni e dell’impegno dei giovani nella società valdostana. In questa direzione il processo riguarderà quanto prima anche la presidenza del CSV?. ?Si tratta di un percorso condiviso – ha aggiunto Vallet – in cui voglio manifestare la riconoscenza di tutto il CSV a Renato Faval per il lavoro svolto e, soprattutto, per aver accettato di impegnarsi ancora in alcuni progetti strategici indispensabili per lo sviluppo del volontariato valdostano e che necessitano e della sua esperienza e delle competenze da lui acquisite negli anni?. ?Voglio, infine – conclude il presidente – porgere un sincero in bocca al lupo a Fabio Molino, che ha accettato l’incarico, e alla struttura del CSV”.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società