Fondazione Courmayeur e Giuseppe Nebbia premiati a In/Architettura 2023

Mentre la prima ha ottenuto il “Premio Bruno Zevi” per la diffusione della cultura architettonica, al secondo è stato assegnato l’ambito “Premio alla carriera” per la regione.
In/Architettura 2023
Società

Vi sono anche due nomi valdostani nella lista dei premiati di In/Architettura 2023, la cerimonia che ogni anno riconosce le migliori architetture di Valle d’Aosta e Piemonte. Il primo è quello di Fondazione Courmayeur, che assieme al volume “Architettura nel cinema” di Giorgio de Silva, ha ottenuto il “Premio Bruno Zevi” per la diffusione della cultura architettonica: l’importante riconoscimento si deve alla complessa opera di ricerca e studio multidisciplinare sul sistema montagna intrapresa dall’Osservatorio Laurent Ferretti interno all’ente. Si è visto invece assegnare l’ambito “Premio alla carriera” per la regione l’architetto Giuseppe Nebbia, affiancato dal collega piemontese Andrea Bruno.

I premi verranno ufficialmente consegnati dalle 14,30 del prossimo venerdì 27 ottobre presso l’aula magna della Cavallerizza reale di Torino. Il pomeriggio sarà peraltro l’occasione per scoprire quali tra i 108 progetti candidati tra le due regioni si sono visti attribuire il “Premio alle migliori opere di architettura di nuova costruzione” o il “Premio ai migliori interventi di riqualificazione del patrimonio edilizio esistente”, oltre che quali tra i loro committenti, progettisti e costruttori hanno avuto accesso a qualcuno dei premi speciali in lizza.

La cerimonia di In/Architettura 2023 prenderà il via con i saluti delle autorità, che parte di una tavola rotonda al fianco dell’architetto e ricercatore del restauro storico e ambientale Dario Apollonio, dell’architetto nonché segretario generale In/Arch Francesco Orofino e del docente della Bocconi di Milano Marco De Michelis. La giornata sarà inoltre funzionale a fare il punto sulle future trasformazioni dell’area architettonica assieme a Cino Zucchi, incaricato di illustrare il progetto vincitore del concorso internazionale, nonché assieme a Cristiano Picco, Armando Baietto, Vittorio Jacomussi e Alberto Anfossi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e da Googlepolitica sulla riservatezza ETermini di servizio fare domanda a.

Il periodo di verifica reCAPTCHA è scaduto. Ricaricare la pagina.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte