Il Banco alimentare lancia l’allarme: “Crescente difficoltà a rispondere alle esigenze”

In Valle, le persone in difficoltà che si rivolgono agli enti caritativi sono oltre 3200, numero salito del 25 per cento rispetto all'anno prima. Il Banco alimentare, nel 2021, ha distribuito circa 80 tonnellate di cibo che nel 2022 sono già salite a circa 106 solamente nei primi 8 mesi.
Banco alimentare VdA
Società

In Valle d’Aosta le persone in difficoltà, che si rivolgono agli enti caritativi sono oltre 3200, numero cresciuto rispetto all’anno scorso di oltre il 25 per cento e che – scrive il direttore del Banco alimentare Emilio Roda – “considerando il periodo difficile che stiamo vivendo non ci permette di essere ottimisti per i prossimi mesi”.

Banco alimentare della Valle d’Aosta che, per l’anno 2021, ha distribuito circa 80 tonnellate di cibo che in questo 2022 sono già salite a circa 106 tonnellate solamente nei primi 8 mesi.

“Con il carrello della spesa che mostra incrementi intorno al 10 per cento – dice Roda -, l’aumento del costo dell’energia e l’inflazione che cresce, il numero di persone che necessiteranno di aiuto e che si rivolgeranno alle strutture caritative (Caritas, San Vincenzo, Parrocchie, ecc.) o alle strutture territoriali di assistenza sociale a noi collegate aumenterà probabilmente ancora nei prossimi mesi. Ad una maggiore richiesta di aiuto fa riscontro una crescente difficoltà da parte nostra a rispondere a tali aumentate esigenze”.

Da qui la richiesta: “Abbiamo urgenza di essere aiutati e sostenuti da chi può: dalle istituzioni, dalle fondazioni e dai privati in un soprassalto di solidarietà sociale per il bene della nostra Valle”.

Per sostenere il Banco alimentare è possibile fare una donazione sul conto bancario: BCCV Iban IT45B0858731590000010112280, intestato a “Associazione Banco Alimentare per la Valle d’Aosta ONLUS” Cod. Fisc. 91047050074.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte