Il Comitato No Tir della Valle d’Aosta si unisce alla protesta contro l’alta velocità in Val di Susa

La Valle di Susa e la Valle d'Aosta unite da un comune clima di protesta permanente. L'una contro l'alta velocità ferroviaria, l'altra contro il trasporto su gomma e a favore del potenziamento di forme altrenative di...
Società

La Valle di Susa e la Valle d’Aosta unite da un comune clima di protesta permanente. L’una contro l’alta velocità ferroviaria, l’altra contro il trasporto su gomma e a favore del potenziamento di forme altrenative di trasporto transalpino, come il trasporto ferroviario, purché non Tav. Il Coordinamento valdostano contro il ritorno dei TIR nel traforo del Monte Bianco sarà dunque, mercoledì prossimo, in Val di Susa a sostenere la protesta degli abitanti.

La Torino/Lione – spiegano Alex Glarey e Nora Girardi, leader dei no tir valdostani – non risolverà i nostri problemi. Gli abitanti delle valli del Monte Bianco vogliono respirare oggi e non nel 2025 !
Chi promuove questo scempio non lo faccia in nostro nome.
I gruppi politico-finanziari che oggi spingono per la Torino/Lione non hanno a cuore i problemi degli abitanti dei valichi alpini, ma solo il loro interesse economico
“.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società