Società di Alessandra Borre |

Ultima modifica: 19 Giugno 2021 11:16

Il valdostano Bernardo Ferro eletto presidente A.B.I. professional

Courmayeur - Al vertice dell'associazione barmen italiani arriva Bernardo Ferro, valdostano, ora a Courmayeur, ma che ha costruito una brillante carriera nei migliori palazzi italiani. Guiderà l'associazione A.B.I professional nel prossimo quadriennio.

Bernardo FerroBernardo Ferro

L’incarico è importante e gli obiettivi sono tanti, ma Bernardo Ferro non è il tipo che si scompone di fronte alle sfide e ai cambiamenti, tappe che affronta con il sorriso, come la nuova avventura da presidente della associazione A.B.I. professional, nata nel 2014 dalla scissione con AIBES e dalla volontà di 48 soci a livello nazionale.

Ora l’associazione cresce e si struttura sempre di più e Bernardo Ferro la guiderà per il prossimo quadriennio: “Sono estremamente onorato e felice. Credere così tanto in questa associazione è la molla che mi ha spinto a candidarmi e che ora mi aiuterà a lavorare per dei progetti a cui noi di A.B.I. teniamo molto”.

Da anni di nuovo in Valle D’Aosta dopo diverse parentesi che lo hanno portato a lavorare nei palazzi storici italiani e soprattutto sull’Isola d’Elba, Ferro è diventato negli anni una referenza e una garanzia per il mondo della mixology, ma non solo, è infatti la sua filosofia del mondo dell’accoglienza che lo ha portato al vertice dell’associazione: “Cos’è importante? Lavorare non solo per il mondo dei barman, ma a 360° per quello che si cela dietro un bancone, come la caffetteria, parte importantissima dell’accoglienza. Abbiamo in cantiere una serie di progetti che possono e devono giovare a un mondo che in questo ultimo anno e mezzo ha sofferto molto, non solo economicamente, ma anche essendo colpito nella sua parte più creativa”.

A B I
A B I

Di base a Courmayeur, prima al Royal&Golf e da più di due anni a Le Massif, Bernardo Ferro si lascia ispirare da tutto quello che il mondo della mixology può offrire, creando e scomponendo, sempre con un’attenta selezione e una spasmodica ricerca delle materie migliori. Nel suo quadriennio anche la speranza di stringere legami sempre più importanti con le aziende: “Questi rapporti sono importanti per le aziende e anche per noi. Loro devono poter vedere in noi qualcuno di cui fidarsi e noi dobbiamo credere nei loro prodotti e usarli al meglio. Inoltre, vorrei cercare di mettere a terra diversi progetti, ma questo sarà possibile solo con un attento scrutinio di sponsor, poiché essendo no profit per realizzare dei piccoli sogni bisogna fare i conti con le risorse, ma sono fiducioso”.

A muovere le azioni che vorrebbe portare a termine in 4 anni anche il pensiero di un collega e amico scomparso di recente, quello che lui definisce il “Ronaldo dei cocktail”, Umberto Caselli, mancato in questo 2021 e considerato dal mondo della mixology un vero e proprio “faro” e un grande professionista.

Uno dei primi eventi che si terranno in Valle sotto la guida di Ferro sarà al Billia e si tratta del 4° concorso A.B.I. professional, durante il quale avverrà il formale passaggio di consegne dal vecchio al nuovo esecutivo.

Iscriviti alla nostra newsletter

* indicates required

Non daremo mai i tuoi dati a terzi e ti promettiamo che non ti disturberemo inutilmente e che non ti faremo mai perdere tempo.


Puoi cancellarti in ogni momento da questa lista, cliccando nel link che trovi al fondo di ogni mail che ti inviamo. Per avere tutte le informazioni a proposito della nostra "policy" in termini di privacy, puoi andare sul nostro sito www.aostasera.it

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing: significa che è lo strumento con cui ti mandiamo le mail. Cliccando qui sotto su "Mi iscrivo", confermi di essere al corrente del fatto che gestiremo le informazioni che ci hai lasciato qui attraverso Mailchimp. Se voi scoprire di più sulla Privacy Policy di Mailchimp, clicca qui

Commenta questo articolo