La CRI di Saint-Vincent presenta i mezzi in memoria di Maurizio Beatrisotti

Un taxi sanitario destinato al trasporto dei dializzati, compito svolto per dieci anni dall'ex volontario Maurizio Beatrisotti, vittima del Covid, e un'ambulanza per le attività di soccorso. Il nuovo parco mezzi è stato presentato oggi in Piazza Cavalieri di Vittorio Veneto a Saint-Vincent.
Croce Rossa Italiana - Comitato di Saint-Vincent
Società

“In memoria di Maurizio Beatrisotti” è la scritta che appare sul nuovo taxi sanitario della Croce Rossa Italiana – Comitato di Saint-Vincent presentato questa mattina in Piazza Cavalieri di Vittorio Veneto. Il mezzo, dotato di nove posti, è dedicato all’ex volontario Maurizio, in Croce Rossa dal 2008 al 2018, mancato lo scorso anno a 80 anni dopo essere stato colpito dal Covid. “Vi ha voluto un gran bene e penso che da lassù vi saluti” ricorda la moglie, presente assieme al figlio all’inaugurazione del veicolo.

1.500 ore di volontariato all’anno. Un dato più che sufficiente per dimostrare il suo grande impegno. “Per quasi dieci anni Maurizio si è occupato del servizio di taxi sanitario – racconta il volontario Nicola Pilla. Per tre volte a settimana, in orario mattutino, trasportava i dializzati della zona di Montjovet, Chambave e comuni limitrofi, al centro dialisi situato nell’edificio termale di Saint-Vincent”. Nei mesi estivi si recava a Mineo, in Sicilia, dove prestava il suo aiuto nella cucina di un centro di prima accoglienza per migranti.

Presentata, oltre al taxi sanitario, anche un’ambulanza. Al Comitato di Saint-Vincent non resta che attivare due convenzioni con l’Azienda USL per poter tornare a prestare il servizio di trasporto dialisi e le attività di soccorso grazie all’impegno dei suoi volontari.

Per l’acquisto del pulmino sono stati utilizzati circa 25 mila euro provenienti in parte da un lascito ereditario e in parte da raccolte fondi svolte durante le attività del Comitato. Tra queste, le offerte natalizie per il panettone solidale della Croce Rossa Italiana.
Più costosa l’ambulanza, ottenuta gratuitamente in seguito alla partecipazione a un bando nazionale per lo sviluppo dei Comitati di piccole dimensioni. Il suo valore ammonta a circa 80 mila euro, 95 mila con l’allestimento interno comprensivo di presidi sanitari.

Oggi il Comitato di Saint-Vincent conta 55 volontari. Con la presenza del primo cittadino Francesco Favre, l’inaugurazione dei due nuovi mezzi segna la conclusione del mandato dell’attuale Presidente Davide Dellea. “Il mio obiettivo, in questi quattro anni, era creare un Comitato e dotarlo di volontari e mezzi per fare attività” spiega il Presidente uscente.
“L’emergenza covid ci ha tenuto molto attivi. La pandemia, oltre agli aspetti sanitari, sta lasciando e lascerà strascichi a livello sociale. Ad oggi abbiamo consegnato più di 1.500 pacchi alimentari alla popolazione per supportare le fasce più colpite dalla crisi economica. Siamo stati molto attivi nelle attività coordinate dal Comitato regionale per tutto quello che è legato all’emergenza: servizi di “drive in” per i tamponi, servizi di assistenza alla popolazione e personale volontario impegnato nella campagna vaccinale. Il Covid ha assorbito la maggior parte delle nostre attenzioni”.

La prossima domenica, il 27 giugno, si terrà il rinnovo delle cariche associative a livello regionale e nei due comitati territoriali. Per la carica di Presidente regionale si sfideranno Paolo Sinisi e Laura Grassi. Liste uniche invece nei territori di Saint-Vincent, con la candidata Simona Uccheddu, e Aosta, dove si ripresenta Renato Malesan.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
   Eventi
Precedente
Successivo
   Foto
Precedente
Successivo
   Video
Precedente
Successivo