Società di Silvia Savoye |

Ultima modifica: 13 Maggio 2021 16:14

Microcomunità, tamponi gratuiti per le visite ai parenti

Aosta - Il Presidente Lavevaz firma l'ordinanza che adatta alcune misure previste a livello nazionale. L'accesso sarà consentito ad un solo famigliare per volta. Fino a fine giugno sospesi i rientri in famiglia e le uscite programmate degli ospiti delle strutture.

Era attesa lunedì, ma è arrivata invece oggi, mercoledì 12 maggio l’ordinanza del Presidente della Regione Erik Lavevaz che adatta le disposizioni previste a livello nazionale per l’accesso di ospiti e visitatori nelle microcomunità.

L’atto, in particolare, prevede che l’accesso sia consentito a un solo visitatore – anziché due come definito a livello nazionale –  per ospite per visita.

L’Ordinanza dispone, inoltre, che i rientri in famiglia e le uscite programmate degli ospiti siano sospesi fino al 30 giugno 2021, a prescindere dalla fascia di rischio in cui la Regione è collocata, mentre da 1° luglio 2021 saranno consentiti sia i rientri in famiglia sia le uscite programmate, sempre che situazione epidemiologica lo consenta.

Vengono, inoltre, disciplinate le misure da adottare per i nuovi ingressi nelle strutture, indipendentemente dalla situazione vaccinale all’interno delle stesse, e per le uscite/rientri degli ospiti per motivi sanitari o trasferimenti da altre strutture.

Infine è confermata la gratuità del tampone rapido per chi vuole fare visita agli ospiti delle microcomunità e al momento non ha completato il ciclo vaccinale e non ha un certificato di avvenuta guarigione dal Covid.

Le persone interessate dovranno contattare le Unités des Communes, che raccoglieranno le adesioni e definiranno le modalità e le tempistiche di esecuzione dei tamponi per l’accesso, che verranno eseguiti al Drive-in di Aosta e nei poliambulatori di Morgex e Donnas. Gli ingressi saranno scaglionati e contingentati.

Il via libera da parte del Ministro Speranza all’ingresso nelle Rsa dei famigliari degli ospiti era arrivato sabato scorso assieme alle “Modalità di accesso/uscita di ospiti e visitatori presso le strutture residenziali della rete territoriale”, elaborate con Regioni e Comitato tecnico scientifico.

Proprio alla luce del protocollo approvato, le strutture dovranno riorganizzarsi per consentire le visite.
“Consapevoli dell’urgenza di attuare l’ordinanza già nel weekend  – spiega Mauro Lucianaz, coordinatore dei presidenti delle Unités che gestiscono i servizi pubblici per gli anziani – stiamo ragionando su come consentire concretamente le visite. Sarà comunque cura delle varie strutture dare comunicazione ai parenti nel momento in cui saranno nuovamente consentite le visite. ”

Visite microcomunità
Visite microcomunità

Cosa prevede il protocollo

La programmazione delle visite, si legge nel documento, deve considerare le condizioni dell’ospite (età, fragilità, stato immunitario) e del visitatore, nonché le caratteristiche logistiche della struttura stessa e le mutabili condizioni epidemiologiche (proprie della struttura e del suo territorio di ubicazione e del territorio di provenienza del visitatore o del territorio di destinazione dell’ospite in uscita).

La pianificazione degli accessi e delle uscite deve anche tenere in debita considerazione non solo i bisogni clinico-assistenziali-terapeutici dell’ospite, ma anche quelli psicologici, affettivi, educativi e formativi.

In particolare saranno favoriti nella massima sicurezza possibile gli accessi di familiari, parenti e visitatori e le uscite programmate degli ospiti, intraprendendo tutte le modalità organizzative/strutturali necessarie, tenuto conto:

– di diverse motivate indicazioni della Direzione Sanitaria (ovvero del referente medico/referente Covid-19 della struttura/altra figura di riferimento in base alla specifica organizzazione regionale), che è comunque tenuta ad adottare le misure necessarie a prevenire possibili trasmissioni di infezione da Sars-CoV-2;

– della presenza di eventuale focolaio epidemico da Covid-19 con insufficiente controllo all’interno della struttura (esempio: struttura impossibilitata a garantire adeguato isolamento degli ospiti positivi che dovranno, pertanto, essere trasferiti; assenza contemporanea di più operatori per positività alla COVID-19; ecc.);

– di un alto rischio epidemiologico territoriale (esempio: applicazione delle misure di cui alla c d. “zona rossa” nel comune in cui è ubicata la Struttura o nei comuni di provenienza dei familiari/visitatori o dei comuni dove è destinato l’utente in uscita programmata).

Secondo quanto definito la struttura deve garantire una programmazione degli accessi dei familiari lungo l’arco della giornata con modalità e forme atte a evitare assembramenti. Gli accessi devono riguardare non più di due visitatori per ospite (NDA uno solo in Valle d’Aosta) per visita e per una durata definita.

Per evitare assembramenti di persone deve essere assicurato il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra visitatori, ad eccezione dei componenti dello stesso nucleo familiare o conviventi o per le persone che in base alle disposizioni vigenti non siano soggette al distanziamento interpersonale.

All’ingresso i familiari/visitatori, oltre ad esibire la Certificazione Verde Covid-19 sono sottoposti al protocollo di sorveglianza già in uso presso la struttura.

In presenza di condizioni climatiche favorevoli vanno sempre privilegiati gli incontri in spazi aperti e allo scopo dedicati. Se la visita avviene al chiuso, vanno privilegiati gli spazi dedicati esclusivamente alla finalità della visita stessa ed è opportuno che la struttura identifichi spazi idonei, ampi ed arieggiati.

Iscriviti alla nostra newsletter

* indicates required

Non daremo mai i tuoi dati a terzi e ti promettiamo che non ti disturberemo inutilmente e che non ti faremo mai perdere tempo.


Puoi cancellarti in ogni momento da questa lista, cliccando nel link che trovi al fondo di ogni mail che ti inviamo. Per avere tutte le informazioni a proposito della nostra "policy" in termini di privacy, puoi andare sul nostro sito www.aostasera.it

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing: significa che è lo strumento con cui ti mandiamo le mail. Cliccando qui sotto su "Mi iscrivo", confermi di essere al corrente del fatto che gestiremo le informazioni che ci hai lasciato qui attraverso Mailchimp. Se voi scoprire di più sulla Privacy Policy di Mailchimp, clicca qui

Commenta questo articolo