Video 

Manifestazione No Green Pass, circa 500 persone ad Aosta tra musica e balli

Tanti slogan, declinati su striscioni e cartelli, ma anche girotondi, cori, musica, interventi, letture e testimonianze varie.
Società

“Trieste chiama, Aosta risponde”. “La libertà non si da, non si sottrae”. “Il Green Pass è discriminatorio”. “Siamo qua anche per te che non ti chiedi nessun perché”. “Oggi solo un Green Pass per vivere e lavorare…domani!?”. “Sveglia siamo qui anche per voi”. “No Green Pass, si alla dignità umana”.

Questi sono soltanto alcuni dei messaggi apparsi su cartelli e striscioni, questo pomeriggio, in Piazza Chanoux, nel centro storico di Aosta, dove circa 500 persone persone – difficile effettuare una stima esatta, visto anche il gran numero di curiosi che si sono fermati anche solo per dare un’occhiata o scattare una fotografia – si sono ritrovate per manifestare contro il Green Pass e in favore della libertà. Tanti slogan ma anche girotondi, cori e tanta, tantissima musica – da Il mio canto libero di Lucio Battisti a Imagine di John Lennon, da Viva la libertà di Jovanotti a Get up, stand up di Bob Marley, fino a Bella Ciao – per una selezione spiccatamente “pacifista”, pensata forse anche per sgombrare ogni dubbio rispetto alla recenti polemiche sulla presenza di gruppi neofascisti a manifestazioni simili, in Italia. Una selezione che comunque ha fatto ballare un po’ tutti, complici anche sole e temperature quasi estive.

A controllare la situazione un’auto della polizia, una della finanza e una dei carabinieri, ai margini della piazza. Alcuni agenti della Digos, poco dopo le 15.30, sono dovuti intervenire brevemente per far disperdere un gruppetto di persone che ostacolava il passaggio degli autobus urbani, per l’appunto ballando.

La manifestazione, in ogni caso, è proseguita pacificamente per quasi quattro ore con alcuni interventi, letture – da Kennedy a Dostoevskij – e testimonianze varie. Tra le più applaudite, quella di Silvia, una maestra. “Ho spiegato ai bimbi che io non posso essere più a scuola con loro perché devo esibire una cosa, un Green Pass, che non dovrebbe esserci: dovremmo essere liberi di lavorare senza alcuna tessera. Vaccinati o meno. Oggi siamo qui tutti insieme per dire no al Green Pass, no alle tessere. Non ne abbiamo bisogno e non le vogliamo”. Molto sentito anche il minuto di silenzio “per chi a Trieste ha subito delle violenze”.

12 risposte

  1. E un minuto per le vittime del Covid, 132.000 in Italia 5 milioni nel mondo? Ah già ma non è vero è tutto inventato, oppure chi se ne frega perché la maggior parte erano anziani e il girotondo loro non lo avrebbero comunque potuto fare.
    E maestra Silvia ai suoi bambini lo ha spiegato che possono andare a scuola e non rimanere chiusi in casa grazie a tutti quei pecoroni, compresa me che si sono vaccinati?
    A settembre, passando davanti ad una scuola superiore piena zeppa di ragazzi che aspettavano di entrare mi si è riempito il cuore ed ho pensato subito che ne era valsa la pena superare i dubbi, le paure che in fondo tutti abbiamo avuto, che l’abbiamo fatto per senso di responsabilità per proteggere noi stessi, i nostri cari e le persone che lavorano con noi

    1. Sarebbe bello avere informazioni vere e precise a riguardo ed andare a documentarsi!!!. Vada a vedere la notizia di due giorni fa in cui l’Istituto Superiore della Sanità ha confermato che le vittime del covid in realtà non sono 132.000 bensì solo poco più di 3000….peccato che queste cose i Mass media non le dicano ma l’ ISS lo ha detto! Vada a verificare sul sito!!!!

  2. La curva dei contagi risponderà come con la vittoria dell’Inter e dei mondiali. Ah, però li si poteva, il virus colpisce solo chi non sta dalla parte voluta. Come ho fatto a dimenticarlo

  3. Penso che queste persone hanno avuto la fortuna di non ammalarsi gravemente, di non perdere una persona cara a causa del Covid-19. Li trovo egoisti, irrispettosi, irresponsabili e infantili. La maggioranza degli italiani non è così.

  4. Essere definito no vax mi fa ridere…ho tutti i vaccini meno quello del covid. Il motivo e semplice ho gli anticorpi diagnosticati tramite sierologico. Chissa quante persone hanno contratto il virus e neanche lo sanno…ma la politica e non la scienza ha deciso che dobbiamo vaccinarci… poi come mai il gp passa da 9 mesi ad un anno di validita…sempre politica e non scienza.. muoiono di vaccino e il problema sono le patolgie pregresse…prendi il virus e muori le patologie non si considerano mah

  5. Sono li solo per essere dei bastian contrari.
    Si basano su convinzioni che fanno il paio con quelle dell’inquisizione nel medioevo.
    Che vadano a lavorare hanno troppo tempo libero.

  6. La curva dei contagi seguirà quella a seguito della massa che partecipo ai funerali di Maradona, delle migliaia di tifosi festanti per la vittoria dello scudetto dell’Inter in piazza Duomo e quella dopo i festeggiamenti con baci e abbracci (anche ad Aosta) dopo la vittoria dell’Italia agli Europei.
    Credere a una narrazione fasulla senza tenere conto della realtà è scivolare con tutta la nazione lungo una pericolosa china antidemocratica e anticostituzionale.

  7. No, non siete lì per me, siete lì contro di me e contro molti altri, siete lì solo per voi!

    1. Se la curva dei contagi dovesse aumentare la colpa sarà solo della manifestazione della cgil di Roma in cui era prrsenti 200000 persone senza distanze e mascherine. Alle manifestazioni no pass ci sono poche persone da quanto riferiscono i mass media

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società