Montagna, a giugno una spedizione valdostana sul K2

A 20 anni dalla prima salita valdostana alla montagna impossibile. A tentare l'impresa saranno Francesco Ratti, Emrik Favre e François Cazzanelli, mentre Marco Camandona e Stefano Stradelli, assieme a Cazzanelli, tenteranno il Broad Peak.
Marco Camandona e Francois Cazzanelli Ph Marco Camandona
Società

A 20 anni dalla prima salita valdostana alla montagna impossibile, firmata dalle guide alpine Abele Blanc e Marco Camandona, una nuova cordata rosso e nera tenterà la scalata. Francesco Ratti, Emrik Favre e François Cazzanelli tenteranno l’impresa nel prossimo mese di giugno. Dalla Valle d’Aosta partiranno anche Marco Camandona e Stefano Stradelli, che assieme a Cazzanelli tenteranno il Broad Peak.
Una spedizione dinamica e moderna, in stile alpino e senza l’ausilio dell’ossigeno.

“A distanza di 20 anni, è arrivato il momento di ritornare sulla “Montagna Impossibile”.  – spiega una not a- In questo lungo periodo, il mondo dell’alpinismo si è evoluto. I materiali sono diventati più performanti, i metodi di allenamento sono migliorati, l’alpinismo va più veloce”.

Era il 29 luglio del 2000 quando le guide alpine valdostane Abele Blanc e Marco Camandona toccarono la vetta del K2 dopo una spedizione difficilissima condizionata da più di venti giorni di brutto tempo. La salita fu complicatissima a causa delle difficili condizioni della montagna e la discesa fu ancora più dura. Il loro fu un exploit incredibile arrivato grazie alla loro eccezionale determinazione, ad un livello tecnico e ad una preparazione molto avanti per quegli anni.

“Negli ultimi tempi, molte cose sono cambiate e molte storie si sono intrecciate. – ricorda ancora la nota –  Abele ha concluso il suo viaggio sui 14 ottomila e nel suo percorso ha ispirato e trasmesso la sua passione a Marco che a sua volta ha conquistato 9 ottomila senza l’ausilio dell’ossigeno. Nel 2018 Marco Camandona e François Cazzanelli hanno scalato l’Everest e il Lhotse. In precedenza assieme hanno affrontato altre spedizioni: Churen Himal 2012 e Kanchenjunga 2014.”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e da Googlepolitica sulla riservatezza ETermini di servizio fare domanda a.

The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte