Non si arrestano gli atti vandalici: trenta roghi nelle ultime settimane in Aosta e dintorni

E' allarme nel capoluogo valdostano per gli atti di vandalismo, che stanno preoccupando le forze dell'ordine regionali. L'ultimo episodio in ordine di tempo è avvenuto la notte scorsa: 14 roghi di cassonetti per i rifiuti hanno...
Società

E’ allarme nel capoluogo valdostano per gli atti di vandalismo, che stanno preoccupando le forze dell’ordine regionali. L’ultimo episodio in ordine di tempo è avvenuto la notte scorsa: 14 roghi di cassonetti per i rifiuti hanno interessato la collina di Aosta nella frazione di Porossan oltre che i comuni di Saint-Christophe, Gignod e Doues. Nelle ultime settimane sono stati quasi 30 gli episodi di questo tipo che hanno interessato il capoluogo regionale e i paesi limitrofi. Lunedì notte verso le 2,15, gli incendi ai cassonetti hanno interessato la frazione Clou di Sarre, la notte prima alcuni cassonetti erano stati incendiati in località Croix Noire di Saint Christophe. L’episodio più grave è comunque quello avvenuto nella notte tra giovedì e venerdì scorsi: a seguito delle fiamme appiccate ad alcuni cassonetti, ha preso fuoco il magazzino dell’Unieuro di Saint Christophe, con danni per oltre 200.000 euro. Polizia e carabinieri sono mobilitati alla ricerca degli autori degli atti vandalici: si ipotizza possa trattarsi di un unico gruppo, che compie le sue scorribande tra la mezzanotte e le prime ore del mattino.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società