Pronta la microcomunità di Perloz con 18 posti letti per anziani no Covid

L'accordo è stato stipulato tra l'Usl e l'Unité Mont-Rose. La nuova ala della struttura “Creux-Porté” servirà per liberare posti letto in ospedale. Nel frattempo l'Azienda ha approvato la proroga del contratto con l'Isav di Saint-Pierre.
anziani
Società

Un accordo – di comodato d’uso gratuito – per far fronte all’emergenza Coronavirus mettendo a disposizione altri posti letto “derivanti dall’esigenza di dimettere pazienti Covid negativi, di norma accolti nelle strutture residenziali per anziani o collocati a domicilio”.

L’Azienda Usl, attraverso una delibera del Commissario Pescarmona, ha infatti chiuso l’accordo con l’Unité des Communes Mont-Rose, proprietaria della struttura residenziale per anziani e inabili Creux-Porté”, in località Plan de Brun a Perloz.

Nel contratto si legge le parti hanno convenuto di destinare la struttura ed in particolare i 18 posti dell’area di nuova realizzazione a struttura socio-sanitaria residenziale per pazienti Covid negativi.

La struttura, che sarà operativa a breve, verrà destinata ad anziani non Covid provenienti dalla Residenza sanitaria assistenziale di Aosta e dal reparto di geriatria dell’ospedale, come spiega la Presidente dell’Unité Mont-Rose Speranza Girod: “Come Unité abbiamo messo a disposizione l’ampliamento della struttura di Perloz per i pazienti Rsa no covid, al fine di dare una mano per liberare posti letto in ospedale. La gestione è separata rispetto alla struttura ed è in capo all’Usl e alla Protezione civile. Stiamo finendo di reperire il personale e a giorni sarà a disposizione”.

La proroga dell’accordo con l’Isav di Saint-Pierre

Nel frattempo l’Usl ha anche approvato l’“addendumcontrattuale che per trenta giorni dal 1° aprile, prorogabili per altri trenta, o comunque fino alla fine dell’emergenza, con la clinica di Saint-Pierre.

Il contratto prevede l’impegno da parte di Isav di mettere a disposizione, si legge, “35 posti letto dedicati a pazienti Covid-19 positivi in miglioramento e in corso di guarigione e negativizzazione”.

A questi si aggiungono altri 40 posti letto, 20 dei quali riservati a pazienti con Piano Riabilitativo (Ortopedia e Neurologia di I e II livello) e altri 20 a pazienti lungodegenti, anche non legati all’ortopedia, provenienti dall’ospedale “Parini” o dal territorio.

“La struttura privata – si legge ancora nella delibera –, fino al cessare dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, deve dare massima priorità ai soggetti lungodegenti inviati dall’ospedale regionale rispetto alle consuete attività sanitarie svolte dalla struttura stessa, fatte salve quelle indifferibili ed urgenti”.

“In particolare – si legge ancora in delibera -, come previsto dalla dgr n. 248 del 03/04/2020 la tariffa da applicare per i ricoveri relativi ai pazienti Covid-19 è quella prevista per MDC4 (Malattie e disturbi dell’apparato respiratorio), con una maggiorazione del 15%, per una tariffa complessiva giornaliera di euro 257,68“.

Per i ricoveri per pazienti lungodegenti inviati dall’ospedale regionale “la tariffa da applicare è quella prevista per la ‘lungodegenza classe B’, pari ad euro 149,40 per giornata, per i primi 30 giorni di ricovero”.

Isav – chiude il documento – “fatturerà con cadenza mensile all’Azienda Usl, impegnandosi a mantenere una sezione separata per l’importo relativo alle prestazioni oggetto del presente accordo all’interno delle fatture emesse sulla base di quanto stabilito dall’accordo contrattuale in atto per le prestazioni ortopediche e riabilitative. La fattura inoltre dovrà contenere il Centro di Costo ‘Cov 20’, come previsto dal decreto legge 18/2020. L’Azienda Usl provvederà alla liquidazione della fattura entro 30 giorni dalla data di ricevimento della fattura stessa”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte