Società di Redazione AostaSera |

Ultima modifica: 7 Maggio 2021 11:08

Scuola regionale dell’infanzia di Courmayeur, 700 firme contro la chiusura

Courmayeur - I promotori della petizione online e della raccolta firme esprimono in una nota "viva soddisfazione perché tali testimonianze sono non solo numerose, ma soprattutto “bipartisan”: questo dimostra che gli abitanti di Courmayeur e della Valdigne hanno perfettamente colto e apprezzato lo spirito con il quale è stata redatta la lettera aperta

scuola regionale infanzia courmayeurscuola regionale infanzia courmayeur

Sono quasi 700 le firme raccolte dal Comitato costituitosi  a Courmayeur a sostegno della scuola dell’infanzia regionale, a rischio chiusura.  

I promotori della petizione online e della raccolta firme esprimono in una nota “viva soddisfazione perché tali testimonianze sono non solo numerose, ma soprattutto “bipartisan”: questo dimostra che gli abitanti di Courmayeur e della Valdigne hanno perfettamente colto e apprezzato lo spirito con il quale è stata redatta la lettera aperta, tanto che alcuni di loro sono stati spinti a indirizzarci anche un messaggio di gratitudine per aver portato all’attenzione della comunità un tema così rilevante per il futuro dei nostri bambini e del nostro paese, di cui sino a tre settimane fa solo poche persone erano a conoscenza”.

L’auspicio del Comitato “Per la scuola regionale di Courmayeur” è che “qualche famiglia voglia assicurare il proprio contributo per garantire il mantenimento di un servizio a nostro avviso essenziale, nella viva speranza che diano frutto presto gli importanti investimenti attuati dall’Amministrazione comunale per incentivare la crescita demografica del nostro paese e che Courmayeur possa farsi trovare preparata ad accogliere i nuovi cittadini con servizi adeguati”.

La raccolta firme online era partita in contemporanea alla sottoscrizione di una lettera aperta ai cittadini e alle autorità competenti per “testimoniare la propria soddisfazione rispetto alla proposta formativo-educativa, agli ambienti, interni ed esterni, alla cura delle insegnanti e a tutti i servizi forniti dalla scuola pubblica, ricordando ai cittadini di Courmayeur e alle Autorità competenti i recenti investimenti effettuati (in termini di efficientamento energetico e messa in sicurezza ma anche di formazione del personale e acquisto di attrezzature innovative per l’outdoor education), che rendono la scuola regionale di Courmayeur un fiore all’occhiello per la comunità”. 

Per firmare la lettera aperta sarà sufficiente inviare una mail a: propubblicacourmayeur@gmail.com.

IL TESTO DELLA LETTERA APERTA

Da trentacinque anni a Courmayeur esistono due scuole dell’infanzia: la scuola regionale, che fa parte integrante dell’Istituzione scolastica Valdigne Mont-Blanc, e la scuola paritaria “Luisa Proment”. Negli ultimi anni, però, si è verificato un importante sbilanciamento numerico nelle iscrizioni alle due scuole, che potrebbe comportare la chiusura, già a partire dall’anno scolastico 2021/2022, dell’infanzia regionale.

Con questa lettera aperta intendiamo ribadire l’importanza di continuare a garantire la presenza della scuola pubblica a Courmayeur e desideriamo pertanto fornire alle famiglie alcuni elementi di riflessione perché possano valutare con maggior consapevolezza l’eventuale inserimento/trasferimento dei propri figli nella scuola dell’infanzia regionale: sino alla fine di maggio è infatti possibile rettificare sia l’iscrizione telematica sia la conferma di iscrizione effettuate a gennaio e consentire così il mantenimento di un servizio essenziale

Perché la scuola pubblica garantisce:
-piena accessibilità: la scuola dell’infanzia regionale è attualmente la sola struttura a Courmayeur in grado di rispondere a tutte le esigenze di bambini/genitori portatori di handicap;
-piena sicurezza: lo stabile in cui ha sede l’infanzia regionale è stato oggetto di un recente e costoso intervento di efficientamento energetico e messa in sicurezza della struttura, la sola a Courmayeur che rispetti anche la normativa antisismica;
– formazione permanente e strutturale del personale, sia in ambito di prevenzione di eventuali rischi sia in ambito didattico-educativo;
-un’offerta educativo-formativa innovativa  incentrata su outdoor education, éveil aux langues ed educazione alla matematica grazie alla specifica formazione del personale (che ha frequentato i corsi di perfezionamento attivati dall’Università della Valle d’Aosta e fa parte dei gruppi di lavoro su Outdoor education ed Edumath);
-massima trasparenza attraverso il registro elettronico, sul quale vengono pubblicate quotidianamente le attività svolte, e il sito web dell’Istituzione, che precisa il Piano dell’Offerta Formativa Biennale, i criteri di selezione di progetti ed esperti esterni, l’uso delle risorse pubbliche impiegate.

La scuola dell’infanzia regionale è infatti inserita all’interno di una istituzione scolastica che offre un percorso caratterizzato da:
– collegialità tra i docenti dei singoli plessi, dei singoli ordini di scuola e dell’intero corpo docenti;
– continuità verticale: armonizzazione della programmazione e dei progetti educativi per un raccordo con la scuola primaria e l’ attivazione di collaborazioni innovative con gli asili nido del territorio;
– continuità orizzontale: collaborazione con gli Enti del territorio, i Comuni, l’Università della Valle d’Aosta, l’Azienda USL, lo psicologo dell’Istituzione;
-promozione e sviluppo di competenze disciplinari, linguistiche, digitali e di cittadinanza.

Per quanti non conoscessero la struttura, ricordiamo che la scuola dell’infanzia regionale di Courmayeur offre:

– ambienti interni curati, ampi e luminosi, disposti su un unico livello, recentemente rinnovati, in grado di assicurare una convivenza serena, il benessere psicologico dei bambini e il massimo rispetto dei protocolli sanitari, e così articolati:
– un ampio salone per l’accoglienza e il gioco libero negli angoli attrezzati (gioco simbolico, angolo lego, pista, bricolage, angolo biblioteca; tutti i giochi vengono puliti e sanificati quotidianamente);
– due aule per le attività strutturate e di routine;
– un’aula-atelier per le attività espressivo-creative;
– un refettorio interno, in cui i bambini consumano gli spuntini a base di frutta e i pasti preparati nelle cucine della scuola (le stesse che preparano i pasti per la primaria) sulla base di un menù definito da un’equipe medica;
– uno spogliatoio e tre bagni (di cui uno accessibile ai disabili), un’aula Covid;
– una sala per assicurare il riposo ai bambini che hanno ancora bisogno del pisolino pomeridiano; – un’ampia palestra in condivisione con la primaria (adibita, causa Covid, a mensa per la primaria);
– un parco riservato dotato di attrezzature innovative, che dalla fine di maggio si arricchirà ulteriormente per potenziare l’outdoor education, perno dell’attività didattica, e consentire ai bambini di prolungare il tempo di permanenza e le attività in giardino, favorendo l’osservazione diretta, l’interazione, l’autonomia e l’esplorazione, e stimolando la curiosità e la comunicazione.

Facciamo infine presente che se il numero di iscritti fosse maggiore e si verificasse la necessità di aprire anche il sabato pomeriggio, l’Istituzione scolastica e il Comune di Courmayeur si attiverebbero per cercare le risorse necessarie.
Se la nostra comunità intende continuare a crescere, culturalmente e demograficamente, riteniamo che non vada chiusa una scuola dell’infanzia pubblica, sicura, accessibile e innovativa, che assicura un servizio altamente qualificato e qualificante per Courmayeur.

Non permettiamo la chiusura della scuola dell’infanzia regionale di Courmayeur!

I genitori dei bambini iscritti alla scuola dell’infanzia regionale, rappresentati da Giulia Radin

Courmayeur, 20 aprile 2021

Iscriviti alla nostra newsletter

* indicates required

Non daremo mai i tuoi dati a terzi e ti promettiamo che non ti disturberemo inutilmente e che non ti faremo mai perdere tempo.


Puoi cancellarti in ogni momento da questa lista, cliccando nel link che trovi al fondo di ogni mail che ti inviamo. Per avere tutte le informazioni a proposito della nostra "policy" in termini di privacy, puoi andare sul nostro sito www.aostasera.it

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing: significa che è lo strumento con cui ti mandiamo le mail. Cliccando qui sotto su "Mi iscrivo", confermi di essere al corrente del fatto che gestiremo le informazioni che ci hai lasciato qui attraverso Mailchimp. Se voi scoprire di più sulla Privacy Policy di Mailchimp, clicca qui

Commenta questo articolo