Rugby: la Nazionale a La Salle per il sogno del Mondiale

"Il Mondiale è un sogno. Il nostro e quello dei nostri tifosi. Pensate ai seimila che sono venuti con noi a Murrayfield quando abbiamo battuto la Scozia (il 24 febbraio, 17-37, prima vittoria esterna dell'Italia nel 6 Nazioni ndr),...
Società

Il Mondiale è un sogno. Il nostro e quello dei nostri tifosi. Pensate ai seimila che sono venuti con noi a Murrayfield quando abbiamo battuto la Scozia (il 24 febbraio, 17-37, prima vittoria esterna dell’Italia nel 6 Nazioni ndr), ai milioni che ci hanno guardato in televisione. Verso queste persone, verso noi stessi, abbiamo delle responsabilità: sogniamo, in questi due mesi che ci separano dal Mondiale, e facciamo sognare chi ci sta vicino“.

Pierre Berbizier, il Commissario Tecnico della Nazionale Italiana Rugby, ha aperto così, nella prima riunione di squadra, il lungo raduno di preparazione ai Mondiali di Francia 2007, al via il prossimo 7 settembre.

Gli azzurri sono a La Salle, per preparare la rassegna iridata che si terrà al di là delle Alpi. Berbizier ha presentato ai trentanove atleti convocati in Valle d’Aosta il piano di lavoro verso i Mondiali, in cui l’Italia esordirà l’8 settembre, al Velodrome di Marsiglia, contro la Nuova Zelanda.
Per Berbizier l’obiettivo da raggiungere è la qualificazione ai quarti di finale, traguardo mai raggiunto dall’Italia nelle cinque precedenti edizioni della Rugby World Cup: “Inutile nasconderlo, la partita del 29 settembre a Saint Etienne contro la Scozia sarà il momento fondamentale per il passaggio del turno. Ma è per tutte le partite che disputeremo nel Mondiale che siamo qui a lavorare in Valle d’Aosta“.
Gli allenamenti della Nazionale si svolgono in palestra a La Salle e sul campo, di Morgex.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società