Sei ore per 35 km, nuovo record per la Granparadiso estate

La marcia estiva non competitiva di Cogne è cresciuta. A tagliare il traguardo per primo è stato Bruno Zanivan, che come da regolamento ha pagato personalmente la propria coppa. La gara era autogestita da ogni concorrente, che si è cronometrato da solo.
Marcia Granparadiso Estate
Società

Vietato correre. La marcia Granparadiso si può fare camminando, al massimo trotterellando leggermente se si affronta una discesa ripida. Sono queste le regole della gara non competitiva di domenica scorsa, giunta al’ottava edizione, e affrontata da 58 persone.
A tagliare per primo il traguardo, in appena sei ore, stracciando i precedenti record, è stato Bruno Zanivan, ex sindaco di Cogne. Abbondantemente dietro di lui troviamo Heny Doran, secondo classificato, con 7h18’.
Sul terzo gradino del podio sono saliti ex aequo Pier Luigi Olivero Pistoletto e Marzia Bastasina. La dodicenne Olivia Doran, è stata la più giovane concorrente a completare il percorso, mentre Vally Lettry ha ricevuto la «Coppa Espace Populaire» per l’ultimo arrivato. Come da regolamento, poiché l’iscrizione era gratuita ogni coppa è stata pagata direttamente da chi l’ha vinta. E’ questa una delle peculiarità della competizione, autogestita direttamente dai partecipanti, che cronometrano da soli i propri tempi. I concorrenti inoltre ricevono una copia del regolamento, sul cui rispetto vigilano in prima persona. Ogni partecipante ha ricevuto in omaggio alla partenza un ciondolo in legno realizzato da Ottavio Martinet.
Fondata nel 2004 da Mario Badino, unico concorrente – e vincitore – per tre anni, come ha ricordato scherzosamente in conferenza stampa, la Granparadiso estate ha faticato inizialmente ad imporsi, ma lentamente ha preso quota, fino alla partecipazione di domenica scorsa. 
 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società