Il “Ciondolo per la vita” dell’Asiv omaggia Florindo Padula

L’Associazione Scultori e Intagliatori Valdostani ha presentato il consueto Ciondolo a scopo benefico, giunto alla 23ª edizione, che tradizionalmente affianca la Foire. Un’occasione per ringraziare la famiglia Padula, che ha concesso gratuitamente il bozzetto per la serigrafia.
Dario Coquillard
Società

“Quest’anno il Ciondolo è particolarmente importante per due motivi. Prima di tutto perché mostra che siamo riusciti a riproporre quest’iniziativa anche in un anno di nuovo difficile. E poi perché il bozzetto che abbiamo utilizzato è di Florindo Padula, che è sempre con noi, anche se non più fisicamente”. Introduce così la presentazione del Ciondolo 2022 il Presidente dell’ASIV Dario Coquillard. L’emozione delle sue parole va ad aggiungersi a quella suscitata dal filmato proiettato nella sala convegni della BCC, che alterna scene della lavorazione dei ciondoli e una conversazione tra Coquillard stesso e il figlio di Padula.

L’iniziativa “Un Ciondolo per la vita”, portata avanti da ormai 23 anni tradizionalmente in vista della Foire de Saint-Ours, anche quest’anno è riuscita ad andare in porto, nonostante il rinvio della fiera a inizio aprile. A renderla possibile sono stati numerosi enti a cui Coquillard dedica un ringraziamento speciale: “Vorrei ringraziare, oltre all’Assessorato alle Attività Produttive, gli alunni dell’Istituto Tecnico Professionale ‘C. Gex’ di Aosta, che hanno realizzato i quadretti, e la Preside  Bongiovanni per la disponibilità. Ovviamente il pensiero dell’associazione va alla famiglia Padula, che ha concesso gratuitamente il bozzetto per la serigrafia”.

La stampa serigrafica su supporto in noce è stata però resa possibile soprattuto dalla BCC Valdostana, di cui Coquillard sottolinea il sostegno finanziario fondamentale, “senza il quale non riusciremmo a portare a termine un decimo dei nostri progetti”. Ad accogliere il ringraziamento è il nuovo Direttore Generale della BCC, Fabio Bolzoni, che ha assunto l’incarico da poche settimane ma si congratula già per il nobile scopo dell’iniziativa, il cui ricavato sarà infatti interamente devoluto a sostegno di casi di particolare gravità sociale presenti nella nostra Regione. Per individuare le situazioni di difficoltà dove intervenire, è centrale la collaborazione con le parrocchie di Saint-Martin e di Sarre e la Caritas, il cui aiuto permette all’ASIV di “dare una boccata d’ossigeno laddove c’è difficoltà, senza avere grandi pretese ma offrendo il nostro piccolo contributo”.

I ciondoli si potranno trovare dal 29 gennaio al 1° febbraio dalle ore 10 alle 12 e dalle 14 alle 18 in quattro punti, illustrati anche sul sito dell’ASIV: Kakaó Glace, Gold Hair Studio, L’Artisanà Boutique e l’Associazione Nazionale Alpini. Portavoce di quest’ultima è Carlo Bionaz, che esprime la gratitudine di tutti gli Alpini nei confronti di Florindo Padula, autore della croce monumentale e del Cristo in bronzo posti davanti alla chiesa di Fossa (AQ) in occasione del terremoto del 2009. Nell’attesa di poterli ammirare sui banchi della Foire 2022 ad aprile, i ciondoli possono essere acquistati a offerta libera, a partire da €10,00 per la serie non numerata e €25,00 per la serie numerata e firmata dall’autore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società