Anche Xavier Chevrier, Luca Cagnati e Gloriana Pellissier al Grosjean Wine Trail

La gara è in programma sabato 23 ottobre con un percorso competitivo da 15 km con 700 metri di dislivello ed uno non competitivo da 10 km e 500 metri di dislivello.
Presentazione Grosjean Wine Trail
Sport

Sarà – inevitabilmente – il vino a fare da contorno al primo Grosjean Wine Trail, in programma sabato 23 ottobre tra i vigneti di Quart e Saint-Christophe e le cantine dell’azienda vitivinicola Grosjean.

Ad organizzare la gara, che di fatto chiuderà la stagione in un clima di festa con lo sfondo dei colori autunnali, l’ASD Inrun, che ha previsto un percorso di circa 15 km con 700 metri di dislivello positivo. Le iscrizioni sono aperte sul portale irunning.it, dov’è obbligatorio registrarsi prima della gara. Non sono previste registrazioni sul posto e ci sono solo 150 pettorali disponibili (di cui una settantina già assegnati). Una parte della quota d’iscrizione sarà devoluta in beneficienza alla Fondazione Sistema Ollignan Onlus. In programma anche una non competitiva da 10 km con 500 metri di dislivello e 50 pettorali disponibli.

Ed iniziano ad arrivare, tra gli iscritti al Grosjean Wine Trail, i nomi dei big: dal campione europeo di corsa in montagna Xavier Chevrier al fresco vincitore del titolo italiano FIDAL di trail Luca Cagnati, passando per Gloriana Pellissier e Dennis Brunod. “Il percorso competitivo è adatto a tutti ma impegnativo e nervoso, con pendenze anche del 55%, per questo abbiamo pensato anche ad un tracciato non competitivo più corto e con meno dislivello”, ha spiegato Giovanni Ienaro, presidente dell’Inrun. “Con la partenza ed il traguardo nelle cantine di Grosjean ed il passaggio della gara abbiamo voluto fare qualcosa che in Valle d’Aosta non c’era: vogliamo promuovere lo sport come abbiamo sempre fatto ma anche la convivialità”. Al termine della gara, che partirà alle 10.30, ci sarà infatti un pasta party ed il concerto degli Indigo.

L’idea del Grosjean Wine Trail risale ad un paio di anni fa, poi l’anno scorso una sorta di “edizione zero”, come spiega Hervé Grosjean: “Si sono presentati quattro o cinque ragazzi dell’Inrun, e a noi l’idea è piaciuta subito anche se per noi questo è il periodo della vendemmia e non è facile. Coniugare sport, vino e cibo è un modo per far parlare della Valle d’Aosta e dei nostri terroirs. Abbiamo circa 15 ettari di terreno, si correrà nei nostri due vigneti più importanti che offriranno colori e panorami stupendi”.

La cantina di Grosjean sorge a Ollignan, dove ha sede l’omonima Fondazione che sarà impegnata nell’organizzazione della giornata e nella tracciatura del percorso. “Ci sono sempre stati rapporti di buon vicinato tra noi e l’azienda Grosjean”, commenta il direttore René Benzo. “Ci si aiuta spesso con scambi quotidiani. Il nostro è un “prodotto” più occupazionale, speriamo che le persone che verranno al trail avranno la possibilità di conoscerci”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati