Lisa Borzani e Matteo Bolis vincono la 90 km della Monte Rosa Walserwaeg

Matteo Anselmi (Team Dinamo) e Katrin Bieler (Asd Inrun) si impongono invece nella 45, mentre a mettere la propria griffe sulla 15K sono stati Andrea Fornero (Sportification Asd) e Luisa Rocchia (Apd Pont-Saint-Martin).
La Monte Rosa Walserwaeg 2023 - Poto Stefano Jeantet
Sport

Nella seconda edizione della Monte Rosa Walserwaeg – andata in scena ieri, 1° luglio – Matteo Bolis (Altitude Race) e Lisa Borzani (Bergamo Stars) vincono la gara più lunga sui 90 chilometri.

Matteo Anselmi (Team Dinamo) e Katrin Bieler (Asd Inrun) si impongono invece nella 45, mentre a mettere la propria griffe sulla 15K sono stati Andrea Fornero (Sportification Asd) e Luisa Rocchia (Apd Pont-Saint-Martin).

Venerdì a mezzanotte da Gressoney-Saint-Jean è partita la gara regina della seconda edizione del Monte Rosa Walserwaeg. Gli atleti, illuminando i sentieri walser della Valle del Lys con le lampade frontali, hanno iniziato a correre sulla distanza dei 90 chilometri con 7000 metri di dislivello positivo.

La gara “regina”

Il pericolo della pioggia che aveva tenuto con il fiato sospeso gli organizzatori coordinati da Franco Collé, è stato scongiurato e la gara è partita regolarmente verso la prima asperità: il passo Valdobbiola, appena sopra all’Ospizio Sottile. Il programma della giornata prevedeva il passaggio nel Vallone di Loo, i sentieri e i colli nei comuni di Gaby e Issime, il villaggio di Niel, il Colle Lazoney, il Colle della Vecchia, la Crenna dou Leu con i passaggi al Colle della Forca, al Colletto Taf e al Colle Ranzola.

La gara si è decisa nella discesa finale quanto Bolis ha aumentato il ritmo andando a conquistare la prima posizione con il tempo di 18h 03’15”. In seconda posizione Simone Musazzi ha fermato il cronometro in 18h 08’12”. Il podio è completato da Massimiliano Orsucci che ha tagliato il traguardo dopo 18h 24’10’‘.

Borzani ha mantenuto la prima posizione per tutta la durata della gara stazionando tra la quinta e la settimana assoluta. Per lei finish time di 18h 03’15″. La seconda e terza concorrente, al momento dell’invio del comunicato degli organizzatori, corrono con oltre un’ora di distacco dalla vincitrice.

La 45 chilometri 

Alle 7 del mattino, dal Lago Gover, è invece partita la seconda gara in programma, quella sui 45 chilometri con 3500 metri di dislivello positivo. L’atleta del Team Dinamo Running Anselmi è partito subito con il ritmo giusto rifilando al primo intermedio (Gressoney-La-Trinité, con 25.6 km percorsi) quasi 10 minuti di vantaggio su Pablo Barnes. Marco Mangaretto in questa prima fase era terzo appena dietro a Barnes. Al passaggio del Gabiet le posizioni non sono cambiate ma è aumentato leggermente il vantaggio di Anselmi di Barnes.

Anselmi ha chiuso in prima posizione con il tempo di 6h 29’27”. Alle sue spalle Barnes con 6h 47’53”, mentre Mangaretto è terzo con 6h 55’12”. Michele Graglia e Giulio Vettori sono stati rispettivamente quarto e quinto.

In campo femminile l’atleta di casa Katrin Bieler e Alessandra Boifava hanno condotto la gara quasi insieme sino al Gabiet. Il distacco tra le due atlete era di poco più di un minuto. A decidere l’esito è stata la lunga discesa finale quando Bieler ha dato sfogo alle sue doti di discesista andando a tagliare il traguardo in 8h 08’39’‘. Boifava ha confermato la seconda posizione con il tempo di 8h 20’47”. In terza posizione si è classificata Virgina Olivieri con il tempo di 8h 32’54”.

La 15 chilometri

Alle ore 10.30 è partita la gara più breve, quella di 15 chilometri con 650 metri di dislivello positivo. In campo maschile vince Andrea con il tempo di 1h19’55”, Luca Farolfi è secondo con poco meno di due minuti di svantaggio. Il podio è completato da Didier Chaberge che ha fermato il cronometro in 1h22’42”.

In campo femminile Luisa Rocchia, con il tempo di 1h26’02’’, ha vinto davanti a Marina Cugnetto. Amalia Laurent, compagna di squadra di Rocchia ha chiuso  terza con 1h38’48”.

Il ritorno della Monte Rosa Walserwaeg

28 Dicembre 2022

Monterosa Walserwaeg PH Stefano Jeantet
Monterosa Walserwaeg PH Stefano Jeantet

Torna per la sua seconda edizione la Monte Rosa Walserwaeg, il trail che si snoda tra sentieri e panorami della Valle di Gressoney in quattro formati adatti a tutti. L’appuntamento è per sabato 1° luglio, con 800 pettorali a disposizione e iscrizioni già aperte su Wedosport con prezzo agevolato fino a fine febbraio.

Il cuore pulsante della Monte Rosa Walserwaeg sarà il caratteristico borgo di Gressoney-Saint-Jean, nella zona del Lago Gover, con partenza in sfilata nel centro. Tutte le gare sono affiliate alla ITRA e attribuiranno punteggi per l’UTMB, mentre la gara regina da 90 km farà parte della Coppa Italia di Skyrunning.  Anche quest’anno oltre alla ULTRA (90 km con 7000 m d+) dedicata a chi vuole cimentarsi su un percorso impegnativo ma unico, è prevista gara TRAIL (45 km con 3500 m d+) dedicata a chi ama i percorsi tecnici senza rinunciare alla bellezza dei paesaggi. Molto partecipata sarà anche la RUN (15 km con 650 m d+), appositamente pensata per chi si avvicina al mondo della corsa in natura.  Per bambini e ragazzi, con 4 differenti percorsi a seconda dell’età, è infine previsto il MINITRAIL.

Circa 600 partecipanti e grandi nomi l’anno scorso per la prima edizione, da Nadir Maguet a Tadei Pivk, dallo statunitense David Hedges a Luca Arrigoni e, tra le donne, Giulia Saggin, Melissa Paganelli, Susan Ostano, Marina Cugnetto e Agnese Valz Gen.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e da Googlepolitica sulla riservatezza ETermini di servizio fare domanda a.

Il periodo di verifica reCAPTCHA è scaduto. Ricaricare la pagina.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte