Stade Valdôtain tritatutto, il sogno promozione resta vivo

Sotto gli occhi di Paul Griffen i valdostani battono 59-0 il Rivoli e restano a due punti dal Novara.
stade valdotain rivoli
Sport

Cinque punti in classifica messi in cascina, una prestazione concreta ed essenziale, il grande supporto del pubblico. Sotto gli occhi del mitico Paul Griffen, ex nazionale venuto a presentare il suo camp estivo dedicato ai mediani di mischia, lo Stade Valdôtain liquida 59-0 il Rivoli e mantiene vivo il sogno playoff: il Novara contro il San Mauro fatica a centrare il bonus offensivo, arrivato solo alla fine, ma, nonostante i due punti di vantaggio, i piemontesi devono ancora affrontare l’insidioso Biella, che potrebbe schierare qualche giocatore di serie A come avvenuto contro i valdostani.

A Sarre per la penultima in casa c’è atmosfera di festa e l’esaltazione seguita al risultato stratosferico di domenica scorsa. I Leoni di Stefano Ferrucci mordono fin da subito, come hanno fatto quasi in tutte le partite della stagione, ed in 10’ piazzano dei colpi da KO: prima è Duc a schiacciare in meta da mischia, poi Pina Barros sigla il 10-0 ed infine Calosso, dopo aver intercettato un pallone nei suoi 22 metri, si fa tutto il campo da solo per schiacciare in mezzo ai pali agevolando la trasformazione di Gramajo. Piazzati questi colpi, la partita cala d’intensità e segue una fase lenta in cui il Rivoli tenta di schiacciare gli avversari senza però mai andare a segno, anche grazie all’attenta difesa giallonera nonostante l’uomo in meno. Ed è allora Lancione, proprio allo scadere, ad essere il più lesto a gettarsi su una palla vagante nell’area di meta e regalare il bonus offensivo ai suoi. Gramajo trasforma, e si va al riposo sul 24-0.

La ripresa si apre con una meta tecnica per lo Stade Valdôtain, che poi dilaga con altre due mete di Santoro trasformate. C’è gloria anche per Tavella in mezzo ai pali (trasforma Calosso), prima della meta caparbia di capitan Gontier, che prima si vede annullare una meta per avanti a coronamento di un’azione da rugby-champagne, per poi replicare un minuto dopo in mezzo ai pali, con Santoro che trasforma per il 59-0 conclusivo.

Formazione: Narese, Borello, Calosso (Spagnolli), Lancione, Pina Barros, Gramajo (Santoro), Barbieri, Duc, Tavella (Zanuso), Ventura (Collins), Lallinaj, Henriod (Merivot), Frazzetta (Romeo), Bellafiore (Cimino), Gontier. Coach: Ferrucci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Sport