Tor des Géants, iscrizioni a passo di lumaca

Si è chiusa la corsia preferenziale per gli iscritti del 2020, ma meno di un terzo l’ha sfruttata. Circa 1000 preiscritti al Tor su un massimo di 2500. Nicoletti: "Risultati prevedibili frenati da incertezza e difficoltà".
Tor des Géants 2019 - La partenza da Courmayeur - Foto di Stefano Jeantet
Sport

Le iscrizioni alle gare del Tor des Geants non stanno facendo passi da gigante. Si è chiusa domenica 14 febbraio la corsia preferenziale dedicata agli iscritti alle quattro gare nel 2020, oltre alla finestra delle preiscrizioni al TOR330, prima del sorteggio.

I numeri non sembrano sorridere a VDA Trailers, influenzati forse dalle tante incognite che ancora permeano la possibilità di svolgere realmente la manifestazione a metà settembre.

Sono 1038 su un massimo di 2.500 i preiscritti al Tor des Géants che poi, se selezionati tramite il sorteggio, avranno tempo dal 1° marzo al 30 aprile per perfezionare l’iscrizione alla gara principale. A questa possono iscriversi un totale di 1.100 partecipanti, ma dei 762 aventi diritto perché iscritti nel 2020, solo 195 hanno confermato la loro volontà di esserci.

Non va meglio alle altre gare. Il massacrante TOR450 – Tor des Glaciers mette a disposizione 200 posti, di cui 133 riservati agli iscritti dell’anno scorso, ma solo 42 di loro hanno versato la quota scontata. Il pienone di iscritti del 2020 – 500 in entrambe le gare – di TOR130 – Tot Dret e TOR30 – Passage au Malatrà potenzialmente avrebbe potuto rendere vana l’apertura delle nuove iscrizioni il 1° marzo, ma anche qui le percentuali sono basse: 149 iscritti per il Tot Dret e 183 per il Passage au Malatrà.

Numeri che non sorprendono Alessandra Nicoletti: “La prima fase di iscrizione e preiscrizione al TORX si è conclusa con risultati prevedibili”, commenta la presidente di VDA Trailers. “I numeri dimostrano che le persone hanno voglia di tornare a correre ma che sono comunque frenati dall’incertezza e dalle difficoltà attuali di spostamento e di allenamento. Dal 1° marzo si aprirà la seconda fase di iscrizione e per noi continua il lavoro per la creazione e la definizione dei protocolli per far correre tutti in sicurezza, garantire la protezione dei volontari e di tutti gli operatori sul percorso. Un grande lavoro congiunto tra VDA Trailers, istituzioni, rifugisti e i nostri partner logistici di altissimo livello”.

Quello che è certo è che nonostante la situazione attuale la dimensione internazionale del TOR X resta viva: al momento, i preiscritti al TOR330 provengono da 52 nazioni mentre gli iscritti da 31, almeno 20 le nazioni rappresentate al TOR450, 15 al TOR130 e 8 al TOR30.

Per queste ultime tre gare, come detto, la prossima fase inizierà il 1° marzo con l’apertura delle nuove iscrizioni, che si chiuderanno il 30 aprile per il Tor des Glaciers, il 31 maggio per il Tot Dret ed il 31 luglio per il Passage au Malatrà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

//