Confettura di cachi e mele

Una delizia a colazione o come farcia delle vostre torte e crostate casalinghe.
Confettura di cachi e mele
casseDrôle

Treina d’an cari lettori, eccoci entrati nel 2022 con la speranza che sia un anno proficuo e ricco di ricette gustose e facili da preparare! Per sopraggiunti impegni familiari (vedi la nascita di mia figlia!) ed il conseguente calo vertiginoso del mio tempo libero, vi comunico che La casseDrôle passerà dall’essere un appuntamento settimanale ad appuntamento bimensile. Cercherò di creare nuovi ed accattivanti contenuti per non deludere le aspettative dei tanti lettori che seguono la rubrica che occupa i fogli digitali di Aostasera da ormai più di tre anni!

Ho pensato di iniziare l’anno con un poco di dolcezza e quindi vi propongo questa confettura, ottima per la colazione o per farcire splendide crostate caserecce. Avevo ancora una discreta quantità di cachi raccolti ancora acerbi, che hanno maturato con calma nella mia cantina ma, non riuscendo a smaltirli tutti, ho deciso di provare a fare questa confettura. Buon divertimento.

Ingredienti per 4 vasi da 250 grammi

1,5 Kg di cachi maturi

5 mele gloden

1 baccello di vaniglia

1 scorza di limone non trattato

1 punta di cucchiaino di zenzero in polvere

500 gr di zucchero bianco

Inizierete pelando i cachi e privandoli delle parti interne più dure, la polpa andrà quindi depositata in una insalatiera, meglio se di materiale plastico.

Pelerete quindi le mele, privandole del torsolo e le taglierete grossolanamente all’interno della polpa dei cachi.

Aggiungerete i semi di un baccello di vaniglia, la scorza grattugiata del limone e il pizzico di zenzero poi coprirete il tutto con lo zucchero, mescolerete a dovere e lascerete riposare un giorno e una notte in frigorifero, coperto da un film di pellicola.

Il giorno appresso verserete il tutto in una casseruola dai bordi alti e accenderete, sotto di essa, un fuoco dolce.

La cottura sarà lunga, ci vorranno almeno 2 ore e mezza. In ogni caso la confettura sarà pronta quando avrà raggiunta una consistenza gelatinosa.

Dovrete frullare il tutto con un minipimer e mantenere il composto bollente.

Sterilizzerete i vasi con le modalità di cui vi ho già parlato per le altre conserve e li riempirete con la confettura bollente.

Chiuderete i vasetti e li lascerete riposare capovolti, sotto un panno da cucina fino al loro completo raffreddamento.

Potrete conservare la vostra confettura anche per 12 mesi, in ambiente buio, fresco e asciutto.

Buon appetito e buon inizio anno a tutti voi, sempre rammentando, come buon proposito, che il cibo è vita quindi meglio sia buono!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

casseDrôle
casseDrôle