Spaghetti mazzancolle e zucchine

Un piatto ricco di sapidità che saprà regalarvi emozioni: uno spaghetto trafilato al bronzo, risottato in padella con bisque di mazzancolle, pomodoro fresco e zucchine saltate per farsi portare direttamente fronte spiaggia.
Spaghetti mazzancolle e zucchine
casseDrôle

Cari lettori ecco un altro piatto da capogiro, uno spaghetto trafilato al bronzo risottato in padella con bisque di mazzancolle, pomodoro fresco e zucchine saltate che vi riporterà direttamente fronte spiaggia!

Ingredienti per 2 persone

180 gr di spaghetti trafilati al bronzo

400 gr di mazzancolle freschissime

1 pomodoro cuore di bue

2 zucchine scure

1 cipolla bianca

1 bicchiere di vino bianco secco

sale, olio evo, 1 cucchiaio di aceto

Inizierete preparando la bisque, ossia il brodo di crostacei: pulirete le mazzancolle eliminandone la testa e il carapace. La polpa la terrete da parte, dopo averne eliminati gli intestini.

In una pentola dai bordi alti metterete 4 cucchiai di olio evo e vi farete rosolare per 5 minuti la cipolla tagliata grossolanamente.

Aggiungerete alla cipolla le teste e i carapaci delle mazzancolle, schiacciandole bene con una forchetta e le farete rosolare per bene a fuoco vivace per 3-4 minuti quindi le sfumerete con il  vino bianco.

Aggiungerete circa un litro di acqua ghiacciata e lascerete bollire per 20 minuti.

Andrete a pelare il pomodoro cuore di bue e a ridurlo a cubetti, privandolo dei semi.

In padella antiaderente aggiungerete 3 cucchiai di olio evo e rosolerete i pomodori a fuoco vivace per 2 minuti.

Sempre nella padella antiaderente depositerete gli spaghetti crudi (assicuratevi che la padella sia abbastanza larga da poter accogliere gli spaghetti ben distesi) e inizierete a bagnare la pasta e il pomodoro con la bisque di crostacei, filtrandola di volta in volta, ad ogni mestolata, con un colino da cucina a maglie strette.

Mentre la pasta cuoce in padella andrete a tagliere le zucchine, prima in 4 per il lungo e poi a piccoli pezzi che farete rosolare a fuoco molto alto, in olio evo fino a che non risulti una bella colorazione dorata; appena prima di spegnere il fuoco le sfumerete con un cucchiaio di aceto di Jerez (o di vino rosso).

Porterete a cottura la pasta, bene al dente, cercando di calcolare il brodo necessario, di modo da non trovarvi con la pasta cotta e ancora annegata nel liquido. A fine cottura dovrà risultare una salsa densa e profumata.

Preparerete una tartare con la polpa della mazzancolle.

Terminata la cottura dello spaghetto aggiungerete le zucchine e la tartare di crostacei a fuoco spento, sarà il calore stesso della pasta a cuocere le mazzancolle.

Impiatterete in modo classico andando a chiudere il piatto con un giro d’olio a crudo.

Buon appetito e ricordate sempre che il cibo è vita quindi meglio sia buono!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e da Googlepolitica sulla riservatezza ETermini di servizio fare domanda a.

The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte