Vellutata di zucca con fonduta di pecorino, patate croccanti e pinoli tostati

Una zuppa ricca di gusto per riscaldare le prime fresche serate d'autunno, preparata con la regina degli ortaggi autunnali.
Vellutata di zucca con fonduta di pecorino
casseDrôle

Ci dedichiamo oggi alla regina degli ortaggi autunnali: la zucca. Questo frutto, dal gusto dolce e delicato, che ricorda spesso le castagne e le noci, è considerato un antiossidante naturale ed è ricchissimo di fibre e sali minerali.

Ingredienti per 3 persone

1 Kg di zucca (io ho usato una zucca Violina che mi è stata regalata)

100 gr di pecorino romano grattugiato

150 gr di panna fresca

3 patate medie

menta e salvia fresche

30 gr di pinoli

burro, sale, pepe nero, 5 spezie, olio evo

Inizierete col tagliare la zucca a fette, privandole dei semi.

Disporrete le fette di zucca su una teglia, al di sopra di un foglio di carta da forno.

Laverete la salvia e la menta e le spezzetterete sulla zucca, con le mani quindi condirete con sale, pepe nero e olio evo.

Infornerete in forno preriscaldato a 180 gradi per 45 minuti.

La zucca, una volta cotta, andrà privata della buccia e delle erbe aromatiche quindi potrete introdurla nel frullatore, insieme a 10 cl. di acqua e 10 cl. di olio evo. Frullerete regolandone la densità aggiungendo eventualmente dell’acqua in più.

Passerete il composto ottenuto in un colino dalle maglie non troppo strette, per eliminare eventuali pezzi non frullati, ottenendo così una consistenza molto liscia.

Passerete a preparare la fonduta di pecorino: unirete il formaggio grattugiato e la panna, più una macinata di pepe nero, in un pentolino antiaderente e fonderete a fuoco leggero per 10 minuti, mescolando con una frusta da cucina.

Laverete e sbuccerete le patate quindi le taglierete a cubetti di circa 1 centimetro di lato.

In una padella antiaderente metterete a sciogliere un cucchiaio di burro insieme ad un cucchiaio di olio evo quindi metterete a cuocere i cubi di patata, a fuoco vivace, per 15 minuti. Le patate dovranno risultare ben rosolate e croccanti.

A fine cottura le patate andranno salate e aromatizzate con un cucchiaio di 5 spezie (questo è un mix di spezie tipico della provincia cinese del Szechuan, dalla quale proviene anche il famosissimo pepe; tale mix contiene: cannella, semi di finocchio, chiodi di garofano, anice stellato, pepe di Szechuan).

In un padellino tosterete per qualche minuto a fuoco dolce i pinoli.

Al momento del montaggio del piatto scalderete la vellutata e la adagerete nel piatto, vi colerete sopra la fonduta di pecorino, aggiungerete le patate croccanti, i pinoli tostati, un filo d’olio a crudo, una macinata di pepe nero e il piatto sarà pronto.

Potrete preparare dei crostini per accompagnare la vellutata tostando in padella del pane con olio e maggiorana secca.

Buona domenica e come sempre vi ricordo che il cibo è vita quindi meglio sia buono!

Seguite la cassedrôle anche su Instagram!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati