Nuova Kia Niro, il “Cuv” con la vocazione di crossover

Kia lancia la nuova Niro e non può dirsi nel segno della continuità. La macchina, infatti, è completamente nuova e rappresenta un segnale di rottura rispetto al recente passato. Un cambio di direzione coraggioso, per stare al passo con i tempi, anzi per prevenirli.
Kia Niro
Gioie e Motori

Kia lancia la nuova Niro e non può dirsi nel segno della continuità, come poteva suggerire il successo fin qui ottenuto. La macchina è completamente nuova e rappresenta un segnale di rottura rispetto al recente passato. Un cambio di direzione coraggioso, per stare al passo con i tempi, anzi per prevenirli. La Casa coreana innanzitutto la qualifica come CUV, un acronimo inedito, che va a sottolineare la vocazione di crossover.

Le linee infatti sono quelle. L’anteriore è sportiveggiante, aggressivo se non fosse per le forme compatte, che pure non scadono nel massiccio grazie al cofano a doppia carenatura e ai proiettori a Led Heartbeat. La voglia di cambiare passo è simboleggiata proprio dalla rivisitazione della Tiger Face, tipica del marchio. Deciso l’aumento delle dimensioni, consentito da una piattaforma originale. La lunghezza segna un più sette centimetri (arriva a 4.42 metri, appena sotto la soglia fatidica dei quattro metri e mezzo). Lo spazio maggiore trova la sua espressione nell’abitacolo, più comodo per tutti gli occupanti. I sedili sono realizzati con un occhio alla sostenibilità utilizzando il tessuto biologico Tencel e sono dotati della funzione Relaxation, con gli schienali posteriori modulabili. Il tetto è in carta riciclata.

Notevoli gli interventi sul versante della sicurezza. Il dispositivo Highway Driving Assist (HDA), studiato per la conduzione in autostrada, gestisce la distanza dagli altri veicoli e controlla sterzo, accelerazione e decelerazione e che la vettura non esca dalla carreggiata. Il Forward Collision Avoidance (FDA) è votato ad evitare incidenti con altri veicoli, ciclisti e pedoni. Due display da 10”25 sovrintendono a infotainment e strumentazione.

Tre le opzioni dal punto di vista della propulsione, tutte valide ai fini degli incentivi statali. La prima è costituita da un Full Hybrid, una power unit formata da un benzina 1.6 e da un elettrico che, insieme, sviluppano 141 cavalli. La seconda è un Plug-In da 183 cavalli con motore elettrico da 62 kW, che accede agli incentivi statali in misura totale in virtù delle emissioni assai contenute. La terza è un Full Electric dotata di batterie al litio da 64.8 kWh da 204 cavalli, con autonomia dichiarata di 460 chilometri. A batteria completamente carica, è possibile utilizzare l’energia da convogliare su apparecchi elettrici come l’aspirapolvere. Tre le modalità di guida: Eco, Normal e Sport. Come tre sono gli allestimenti, Business, Style e Evolution. Accattivanti le bicolorazioni della versione Full Electric Mineral Blue e Aurora Black Pearl. Prezzi da euro 30.500.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Gioie e Motori
Gioie e Motori
Gioie e Motori